Bluehost vs GoDaddy – “6 Test” in base alla mia esperienza

Confronto aggiornato: aprile 2019

Se stai cercando l’hosting, avrai sicuramente sentito parlare di questi due nomi.


Bluehost e GoDaddy sono due dei maggiori provider di hosting là fuori, così grandi che verranno pubblicati in quasi tutti i principali elenchi delle migliori opzioni di hosting.

Come mai è possibile scegliere, quindi?

GoDaddy è probabilmente il fornitore più noto dei due, ma ciò significa che è meglio?

La prima pagina di Bluehost offre un prezzo iniziale di $ 2,95 al mese e GoDaddy offre un prezzo iniziale di $ 3,99 al mese, ma è la differenza di prezzo degna di nota?

Alla fine la scelta è tua e, anche se può essere difficile scegliere, ti aiuteremo ad arrivarci.

Sommario

Vai a vedere test specifici facendo clic sui seguenti collegamenti

  1. Sondaggio Facebook
  2. Confronto dei prezzi
  3. Confronto delle caratteristiche
  4. Confronto con l’assistenza clienti
  5. Facilità d’uso
  6. Sicurezza e affidabilità
  7. Verdetto

1. Godaddy vs. Bluehost – Sondaggio Facebook: verdetto

Ho condotto un sondaggio su Facebook in cui BlueHost ha ottenuto 63 voti e Godaddy ha ottenuto 51 voti.
Bluehost_vs_Godaddy_facebook_poll

Portami a BlueHost

Ora, passiamo al prossimo punto di interesse che la maggior parte di voi avrà: il costo!

2. Confronto dei prezzi

Bluehost vs Godaddy

Quindi, come si suddivide il prezzo tra questi due titani?

Come tutti i principali provider di hosting, ci sono molti tipi di hosting disponibili.

L’hosting web condiviso è in genere il tipo di hosting più economico e più popolare, con opzioni più costose in genere come cloud hosting, hosting server privato virtuale (VPS) e hosting di server dedicato.

Per la maggior parte delle persone che cercano su Google informazioni di base sull’hosting, principianti e utenti più piccoli, i piani di web hosting condivisi sono i più accessibili.

Sono disponibili a prezzi relativamente bassi, offrendo al contempo sufficienti funzionalità per una solida soddisfazione del cliente.

Nota rapida: molti di questi prezzi sono solo per il primo anno di servizio.

I prezzi indicati per i pacchetti di hosting condiviso di Bluehost e GoDaddy sono sconti per il primo anno di servizio, ma aumentano in modo significativo dopo il primo anno.

Subito pronto: i piani di web hosting condivisi di Bluehost partono da $ 2,95 al mese per il piano “base”. Per il secondo livello di hosting condiviso, “Plus”, pagheresti $ 5,95 al mese e per “Choice Plus” pagherai anche $ 5,95 grazie a uno sconto attuale.piani di bluehost

Infine, il livello “Go PRO” inizierà a $ 13,95 al mese.

Al contrario, il primo livello di GoDaddy si chiama “Economy” ed è leggermente più economico a $ 2,99 al mese. “Deluxe” è anche leggermente più economico, arrivando a $ 4,99 al mese e “Ultimate” costa $ 5,99 al mese. Un quarto livello, chiamato “Massimo”, costerebbe $ 12,99 al mese.
Godaddy piani di hosting condiviso

Per essere chiari: questo è il livello “Business” dell’hosting web condiviso. GoDaddy ha un set separato di livelli tariffari per il suo pacchetto “Business Hosting”: si tratta essenzialmente di un pacchetto VPS semplificato.

Al contrario, Bluehost lo chiama semplicemente hosting VPS.

L’hosting aziendale di GoDaddy inizia a $ 19,99 con il livello “launch” e continua a “Espandere” per $ 59,99.
Godaddy Piani di hosting aziendale

Mentre l’hosting aziendale ha quattro livelli con GoDaddy, Bluehost ne ha tre (tenere presente che si tratta di hosting VPS diretto). Tuttavia, hanno la stessa gamma: “Standard” costa $ 19,99 e “Ultimate” costa $ 59,99.

Il fatto è che mentre l’hosting aziendale di GoDaddy è come un VPS più semplice, hanno anche l’hosting VPS. Questi iniziano a $ 19,99 e terminano a $ 74,99.

Infine, c’è un hosting dedicato. Questa è una delle opzioni più serie che puoi scegliere, quindi avrai probabilmente delle forti esigenze se stai esaminando questo.

L’hosting di server dedicato di GoDaddy inizia a $ 89,99 e termina a $ 179,99 tra quattro livelli.

L’hosting del server dedicato di Bluehost parte da $ 79,99 e termina a $ 119,99 tra tre livelli.

Sono molti i prezzi, quindi riassumiamo: Bluehost e GoDaddy hanno entrambi un web hosting condiviso, anche se GoDaddy lo chiama semplicemente hosting web sul suo sito.

Entrambi hanno anche l’hosting Virtual Private Server e opzioni di hosting dedicate.

Tuttavia, solo Bluehost offre il cloudhosting, mentre GoDaddy è l’unico che offre “Business Hosting”, ma ricorda, questo è solo un hosting VPS ridotto.

Come puoi vedere, hanno complessivamente gli stessi prezzi. GoDaddy tende a offrire prezzi di partenza più bassi, ma Bluehost a volte contrasta con prezzi finali più bassi per le opzioni di livello più alto. GoDaddy ha più spesso quattro, anziché tre livelli, ma non sono sicuro di quanto sia importante.

Ancora una cosa: Bluehost ti offre quasi sempre una prova di 30 giorni con ogni prodotto. Se non ti piace quello che hai, anche se si tratta di un server dedicato, puoi riavere i tuoi soldi dopo averlo provato.

Al contrario, GoDaddy ti offre solo una prova gratuita per il suo costruttore di siti Web. Solo il costruttore del sito web.

Mentre GoDaddy a volte può offrire un prezzo leggermente inferiore, Bluehost offre una prova gratuita, e questo è molto più prezioso considerando che i prezzi non sono così diversi all’inizio.

3. Confronto delle caratteristiche

Se leggi l’ultima sezione, potresti aver pensato: “è fantastico, ma qual è il contesto dei prezzi?”

Dopo tutto, cosa ottieni per quei prezzi?

Come puoi immaginare, un articolo che dettaglia ogni caratteristica di ogni piano tariffario sarebbe infinitamente lungo (o vicino).

Pertanto, guarderò principalmente all’hosting condiviso, le opzioni più popolari, dal momento che è quello che probabilmente stai guardando.

Puoi visualizzare l’elenco completo delle funzionalità di GoDaddy qui e l’elenco completo di Bluehost qui.

Primo su: Bluehost. Se ricevi un account Basic per $ 2,95 al mese, ti viene concesso un sito Web. Al contrario, Plus, Choice Plus e Prime hanno siti illimitati. Ottieni anche 50 GB di spazio di archiviazione SSD per archiviazione SSD di base e illimitata per Plus e versioni successive.caratteristiche di bluehost

La larghezza di banda è illimitata (piacevole da non dire illimitata) per tutti i livelli, ma ottieni solo 5 domini parcheggiati e 25 sottodomini per Basic, nonché solo 100 MB di spazio di archiviazione per account e-mail con un massimo di 5 account consentiti (tutti di questi sono illimitati per gli ultimi due livelli).

Per il pacchetto Economy di GoDaddy a $ 2,99 al mese, ottieni allo stesso modo un sito Web, ma il doppio di spazio di archiviazione e larghezza di banda illimitata. Per i piani Deluxe verso l’alto (ricorda che Deluxe è $ 4,99 rispetto ai $ 5,95 di Bluehost per Plus) ottieni siti Web illimitati e spazio di archiviazione illimitato.
Le caratteristiche di Godaddy

Come nel piano Basic di Bluehost, il piano Economy di GoDaddy consente 25 sottodomini.

Tutto ciò che ha verso l’alto ha un numero illimitato di sottodomini. Infine, sia GoDaddy che Bluehost includono comodamente un nome di dominio gratuito con il tuo acquisto.

Finora sembra che GoDaddy vinca la battaglia delle caratteristiche, giusto?

Dopotutto, è un po ‘più economico ¬ e anche la sua opzione più economica ha il doppio dello spazio su disco di Bluehost … con tutto il resto uguale.

Infine, mentre sia Bluehost che GoDaddy forniscono account e-mail con i pacchetti di hosting, Bluehost offre solo 100 MB di spazio di archiviazione per account per account di base e 5 e-mail, per un totale di 500 MB.

GoDaddy offre 5 GB per Economy, facendo impallidire Bluehost.

Detto questo, i 5 GB di GoDaddy continuano su tutti i livelli, mentre Bluehost consente l’archiviazione illimitata se si aggiorna e GoDaddy offre solo una cassetta postale gratuita.

Sì, lo ammetto, nonostante le mie preferenze personali per Bluehost, GoDaddy sembra inizialmente più competitivo.

Ecco qualcos’altro da considerare, però: Bluehost ti offre un certificato SSL gratuito dal suo piano di base verso l’alto.

GoDaddy include solo un certificato SSL per il suo piano Ultimate.
Godaddy SSL

Un certificato SSL è ciò che garantisce che i tuoi visitatori – i tuoi clienti, davvero – si sentano sicuri sul tuo sito.

Non avere un certificato SSL non è la fine del mondo, a meno che non pensi di voler effettuare transazioni sul tuo sito.

Se vendi qualcosa sul tuo sito, è meglio ottenere in qualche modo un certificato SSL.

E Bluehost rende molto facile ottenerne uno, includendolo nel suo pacchetto da $ 2,95 al mese.

GoDaddy lo offre per $ 7,99 al mese, oltre il doppio del prezzo, e questo è per una delle funzionalità più importanti che puoi ottenere.

Nel complesso, penso che GoDaddy abbia un aspetto migliore in termini di funzionalità, almeno sulla carta e per account più economici.

Tuttavia, il certificato SSL incluso di Bluehost è un contributo degno di nota e la differenza di prezzo non è così significativa tra i due.

Lascerò passare GoDaddy con questo, ma continuerò a leggere, perché c’è un po ‘più di considerazione!

4. Confronto dell’assistenza clienti

Un solido supporto clienti è essenziale per qualsiasi provider di hosting, ma soprattutto per questi due.

Essendo così grandi, devono sostenere l’onere di supportare una base di clienti molto più ampia rispetto ad altre piattaforme. Quindi, come si accumulano?

Come con la maggior parte dei servizi di hosting, ci sono alcune risorse a disposizione del cliente.

Innanzitutto, ci sono documentazione in loco e risorse educative.

In secondo luogo, ci sono rappresentanti designati per aiutare i clienti con problemi specifici o per aggiungere un tocco umano.

Il primo consiste in genere di una base di conoscenza, domande frequenti, video dimostrativi e così via. Quest’ultimo è in genere costituito da telefono, e-mail e supporto per chat dal vivo.

Bluehost rende il supporto clienti molto esplicito.

Nella parte inferiore di ogni pagina, c’è un piccolo menu con le principali risorse del sito: il supporto ha una sua sezione, con collegamenti rapidi alla chat, ai ticket, alla knowledge base e alle pagine di stato dei sistemi.

Ticket / il sistema di ticket è essenzialmente il supporto e-mail: sembra abbastanza semplice e abbastanza robusto.

La loro linea di assistenza telefonica non è immediatamente ovvia, a seconda della pagina in cui ti trovi, ma ne hanno uno. Questa pagina elenca numeri di telefono diversi per diverse categorie di domande.

Infine, la loro base di conoscenza, che chiamano Centro assistenza, è accessibile e completa.

Ho trovato che la live chat di Bluehost è nel complesso reattiva. Nota: i tempi nell’angolo in basso a sinistra sono a pochi secondi dal messaggio più recente nella chat.
Chat BlueHost 1

Il rappresentante “si è unito” alla chat in pochi secondi dal mio avvio.
Chat BlueHost 2

Sono abbastanza fiducioso che la risposta originale sia stata incollata. Dopo aver ripetuto la domanda, ho ricevuto una risposta in pochi minuti.
Chat di Bluehost 3

Tutto sommato, 2-3 minuti non sono certo un brutto tempo di attesa – ed è particolarmente bello perché mi sono unito alla chat senza usare un account, ma come un normale visitatore del sito Web.

GoDaddy ha più o meno lo stesso insieme di risorse di Bluehost.

C’è un numero molto accessibile per il supporto telefonico nella parte superiore della loro home page e la loro pagina di aiuto (nota anche come base di conoscenza) è anche facile da trovare.

Per quanto ne so frugando in giro, il centro assistenza di GoDaddy è alla pari di Bluehost; l’unica ragione per cui preferisci davvero l’una all’altra sono le preferenze di gusto personali.

Tuttavia, la funzione di chat live di GoDaddy è presentata in modo errato; sebbene sia presente un pulsante “chatta ora” accanto al numero di supporto 24/7, non sembra essere utilizzabile.

Quando l’ho cliccato, mi ha semplicemente detto di chiamare il numero di supporto. Non sono stato in grado di accedere a nessun campo di chat dal vivo.
godaddy chat 1

Bene, ho effettuato l’accesso per testarlo utilizzando il mio account personale del sito e ho trovato … lo stesso risultato.

Tieni presente che GoDaddy ha determinate ore per l’uso della chat dal vivo (sì, hanno un supporto telefonico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma non supporto chat 24 ore su 24, vai a capire), ma che era entro quelle ore.
Godaddy chat 2

Forse c’è qualcosa che non va nel mio browser … ma ne dubito, perché questo non è mai stato un problema prima e parlo spesso con le persone in chat dal vivo.

Spero che non sia controverso, quindi, se do più credito a Bluehost per il supporto chat.

Nel complesso, entrambi i siti hanno un supporto clienti decente. Ma se sarò abbastanza onesto, il supporto di GoDaddy sembra meno solido e più di un approccio di base, minimale.

Bluehost sembra essere molto più attivo nel supportare la sua base di clienti. Inoltre, Bluehost ha chiaramente un supporto chat migliore.

5. Facilità d’uso

La facilità d’uso è essenziale, soprattutto per i più grandi provider di hosting: sono così grandi perché fanno appello a grandi quantità di persone.

In un certo senso, questo tipo ti dà già la risposta: sono entrambi servizi facili da usare. Francamente, non ho molto altro da dire.

Quando un servizio è facile da usare e ha un’ottima esperienza utente, non c’è molto da dire: la facilità d’uso è qualcosa su cui commenterai davvero solo se qualcosa va storto.

Le uniche carenze sono quelle inevitabili: l’hosting può essere complicato, poiché ci sono molte cose di cui devi occuparti.

Esiste l’effettivo processo di hosting, quindi la cura dei nomi di dominio, la creazione del sito Web stesso, e così via e così via.

Tuttavia, Bluehost e GoDaddy rendono entrambi il più semplice possibile; per lo meno, non è diventato molto più facile su qualsiasi altra piattaforma.

GoDaddy cPanel:

Godaddy cPanel

BlueHost cPanel:

bluehost hosting cPanel
bluehost cPanel 2

Non dimenticare che entrambe queste piattaforme hanno tutorial, domande frequenti e guide pratiche nelle loro basi di conoscenza.

È possibile accedere alla maggior parte di questi materiali senza un account, quindi se si desidera davvero avere un’idea del fattore di facilità d’uso dei servizi senza registrarsi, è possibile consultare i centri assistenza.

Nel complesso, non conto differenze degne di nota tra facilità d’uso per GoDaddy o Bluehost.

6. Sicurezza e affidabilità

Ora parliamo di sicurezza e affidabilità. Questa è una delle cose più importanti da considerare per i servizi di hosting: possono proteggere la tua presenza online?

La buona notizia è che i principali fornitori, come Bluehost e GoDaddy, sono sufficientemente affermati al punto da essere probabilmente sicuri.

Tuttavia, non possiamo mai essere troppo attenti e il tempo di attività del sito Web è essenziale. Detto questo, tuffiamoci!

I backup sono una funzione piuttosto importante per i servizi di hosting. Se, per Dio-proibisci, succede qualcosa e il tuo sito non funziona, non vuoi perdere alcun lavoro o cambiamenti importanti.

Bluehost crea automaticamente backup ogni giorno, settimana e mese del tuo account. Puoi essere certo che il ripristino del tuo account non sarà troppo impegnativo.

Bluehost ha anche una pagina accessibile che riporta gli aggiornamenti sulle interruzioni del server. Questo è fantastico se ti interessa la trasparenza (dovresti).

Citano anche uno strumento che protegge i siti su server condivisi (che altrimenti potrebbero essere più rischiosi di VPS o server dedicati).

Esistono componenti aggiuntivi opzionali che si aggiungono anche alla tua sicurezza, come: sitelock, strumenti per la privacy del dominio e IP univoci.

Quando ho cercato di esaminare altri dettagli di sicurezza sul loro sito, non sono riuscito a trovarne. Questo non è lo stesso di Bluehost che non ha buoni protocolli di sicurezza, ma la mancanza di informazioni ufficiali è deludente.

GoDaddy, d’altra parte, ha una pagina accessibile solo sulla sicurezza del sito.

Sfortunatamente, è più una guida informativa / istruttiva per i clienti, piuttosto che una solida documentazione della propria sicurezza.

Pertanto, mentre entrambi i provider non riescono a rendere facilmente disponibili e accessibili le pagine che documentano i loro protocolli di sicurezza, possiamo comunque osservare i tempi di attività.

L’uptime è molto importante, dopotutto, vuoi che il tuo sito Web sia attivo il più possibile.

Abbiamo scoperto che negli ultimi due mesi, GoDaddy ha avuto tempi di attività migliori.
Godaddy Uptime

Confronta questo con le percentuali di Bluehost.
cronologia di uptime di bluehost

Fortunatamente, nei due mesi precedenti, Bluehost ha avuto un uptime del 100%.

Ancora una volta, purtroppo, ci sono stati dei tempi di inattività deludenti nei primi mesi dell’anno.

Il sito di prova è rimasto inattivo per 9 minuti a settembre e 1 minuto a ottobre, nonché per 6 minuti a gennaio.

Ora, nel complesso, questa non è la fine del mondo, ma Bluehost può fare di meglio.

Tuttavia, non credo che GoDaddy sia significativamente migliore in questo senso; come abbiamo discusso in precedenza, GoDaddy non utilizza CloudSites.

Fondamentalmente CloudSites mostra una copia del tuo sito che è stata archiviata nel cloud in caso di guasto del server.

Se l’hardware non funziona, arriva il cloud per salvarti: qualcosa che GoDaddy non offre e qualcosa che non è rappresentato da questi punteggi di uptime.

In ogni caso, puoi continuare a monitorare i tempi di attività dei nostri siti di test con GoDaddy qui e Bluehost qui.

Nel complesso, dirò che Bluehost vince per i siti cloud, ma non è molto più avanti di GoDaddy da qualsiasi metrica.

Bluehost vs GoDaddy: verdetto

Quindi, qual è il verdetto?

Ricapitolando: Bluehost ha piani economici leggermente più costosi di GoDaddy, ma le differenze tendono a pareggiare o passare a opzioni più costose o premium.

Per quanto riguarda le funzionalità, sono più o meno le stesse. Tuttavia, nel complesso GoDaddy offre più funzionalità per il suo piano più economico o maggiori quantità delle stesse funzionalità (ad es. Spazio di archiviazione).

Le importanti eccezioni sono cose come i certificati SSL e CloudSites, che Bluehost offre in modo competitivo (GoDaddy non offre nemmeno quest’ultimo).

Le basi di conoscenza di entrambe le società sono ugualmente complete. Tuttavia, Bluehost ha un supporto notevolmente migliore sotto forma di live chat.

Sia Bluehost che GoDaddy sono altrettanto facili da usare; è davvero solo una questione di preferenze personali a questo punto.

Per quanto riguarda la sicurezza e l’affidabilità, GoDaddy potrebbe apparire su Bluehost.

Nel complesso Bluehost ha tempi di attività solidi, ma ci sono stati diversi mesi con 2 o più minuti di inattività nel nostro record, su cui non guardiamo troppo favorevolmente.

Nel complesso, consiglierei GoDaddy a coloro che sono meno seri sull’hosting.

Per le persone che sono più interessate a partecipare all’hosting, che non hanno esigenze di hosting o di business elevate o che desiderano solo un piccolo blog o sito Web, GoDaddy potrebbe essere l’opzione migliore.

Nel complesso è più economico e offre più soldi per il dollaro.

Tuttavia, per coloro che sono più seri, ma vogliono comunque risparmiare, penso che Bluehost sia una buona opzione.

Potrebbe non essere sempre economico come GoDaddy, ma offre la maggior parte delle stesse funzionalità a un prezzo ancora basso rispetto ad altre aziende, nonché alcune funzionalità davvero importanti come certificati SSL e CloudSites.

È un miscuglio!

In definitiva, pensa a quali sono le tue esigenze di hosting.

Se sai cosa ti serve e cosa vuoi fare online, starai bene.

Articoli correlati:
  1. Bluehost vs. HostGator: perché BlueHost è migliore
  2. SiteGround Vs Bluehost: qual è l’hosting migliore, veloce e affidabile?
  3. HostGator Vs GoDaddy: confronto basato su velocità, prezzo & Supporto
  4. BlueHost Vs GreenGeeks – VINCITORE Basato sulla mia esperienza
  5. DreamHost Vs BlueHost Comparison – FATTI basati sulla mia esperienza
Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map