Bluehost vs HostGator: 5 test basati sulla nostra esperienza

È tempo per noi di assistere a uno scontro tra titani.


Bluehost e HostGator sono due delle società di hosting più grandi e affermate disponibili al momento.

In un certo senso, i due sono collegati: sono entrambe filiali del Gruppo Endurance International.

Questi due fratelli, o cugini, hanno ospitato insieme milioni di siti e sono due dei maggiori fornitori di EIG.

La verità è, tuttavia, Bluehost è un titano ancora più grande – più di un colosso, lassù con GoDaddy nella potenza del suo nome e della quantità di siti che ha ospitato.

La gamma di HostGator è tra le centinaia di migliaia, mentre Bluehost ha probabilmente 2 milioni o più siti alimentati sui suoi server.

HostGator è all’altezza del suo più grande rivale?

O forse la domanda è questa: le dimensioni di Bluehost lo portano a trascurare certe cose, le cose con HostGator eccelle?

Queste sono tutte domande eccellenti e sono sicuro che ne avrai ancora di più.

Se stai cercando con quale compagnia di hosting vuoi andare, ci sono buone possibilità che almeno ti siano imbattuti in questi due, se non li hai inseriti nella tua lista.

Quindi, senza ulteriori indugi, entriamo nel nostro confronto tra queste due società di hosting!

Tabella dei contenuti

Vai a vedere test specifici facendo clic sui seguenti collegamenti

  1. Confronto dei prezzi
  2. Confronto delle caratteristiche
  3. Confronto con l’assistenza clienti
  4. Facilità d’uso
  5. Sicurezza e affidabilità
  6. Conclusione

Test 1. BlueHost vs HostGator Confronto dei prezzi 2018

BlueHost
HostGator

PianoDi basehatchling
Prezzo / mese.$ 2.95 / mo$ 2.75 / mo
Fondato20032002
Siti ospitati (rivendicato)Servizi oltre 2 milioni4 milioni di abbonati
Sito web11
Spazio sul disco50 GBSSD da 100 GB
Larghezza di bandaunmeteredunmetered
Database MySQLIllimitatoIllimitato
Backup automatizzati
Chat dal vivo
Miglior uptime medio?100% di uptimeTempo di attività del 99,99%
Account di posta elettronica gratuiti5Illimitato
1 Fai clic su Installazione di WordPress
Servizio Clienti24/7/36524/7/365
Assistenza clienti00 1 801-765-9400(866) 964 – 2867
Pannello di controllo integrato?CPanel / WHM per LinuxCPanel / WHM per Linux
Installazione del carrello della spesa in 1 clic
Soddisfatti o rimborsati30 GIORNI45 giorni
Visita BlueHostVisita HostGator

Il prezzo è una delle cose più importanti per un potenziale cliente.

Bluehost in particolare è noto per essere una delle opzioni di hosting più convenienti, ma entriamo comunque nei dettagli.

Per l’hosting web condiviso, Bluehost parte da $ 2,95 (prezzo scontato) al mese, secondo & il terzo livello parte da $ 5,45 e l’ultimo livello parte da $ 13,95, anche se il prezzo del rinnovo aumenterà tra quelli successivi al primo trimestre.

piani di bluehost

I piani di hosting condiviso di HostGator iniziano a $ 2,75 (prezzo scontato) al mese e terminano a $ 5,95 anche per gli ultimi due livelli.

Piani di Hostgator

Ancora una volta, ti consigliamo di calcolare i prezzi di rinnovo se prevedi di impegnarti a lungo termine con queste aziende.

Bluehost ha due tipi di hosting WordPress: standard e ottimizzato. Ottimizzato è composto da quattro livelli, che vanno da $ 19,99 a $ 49,99.

L’hosting WordPress standard parte da $ 2,95 e ha gli stessi prezzi dei pacchetti di web hosting condivisi di Bluehost. (Se desideri creare un sito Web WordPress con BlueHost, consulta questa guida dettagliata per creare un sito Web WordPress)

HostGator ha un piano WordPress con tre livelli, con un intervallo da $ 5,95 a $ 9,95.

L’hosting di Virtual Private Server ha tre livelli su Bluehost che vanno da $ 19,99 a $ 59,99. I pacchetti di hosting VPS di HostGator partono anche da $ 19,95, ma finiscono intorno a $ 39,95.

Infine, c’è l’hosting dedicato: la gamma di Bluehost va da $ 79,99 a $ 119,99. La gamma di HostGator è più costosa, passando da $ 119 a $ 149.

In sintesi, l’hosting Web condiviso tra i due è appena diverso, sebbene Bluehost sia leggermente più economico.

L’hosting di WordPress ha alcune differenze più grandi tra i due: se vuoi ottenere un pacchetto WordPress pesante, Bluehost ha opzioni per te che sono più costose.

Tuttavia, se desideri un piano più leggero per l’hosting di WordPress, Bluehost ha anche opzioni più economiche di quelle di HostGator.

L’hosting VPS è più o meno lo stesso, ma l’hosting dedicato è notevolmente più costoso su HostGator.

Ho capito tutto?

Bene, non abbiamo ancora finito: diamo un’occhiata alle funzionalità!

Test 2. Confronto delle caratteristiche

Come ben sapete, le caratteristiche sono ciò che rende il prezzo xo y buono o cattivo.

Per il momento mi concentrerò principalmente sulle funzionalità di web hosting condiviso, ma non ti preoccupare: avrai comunque una buona idea di cosa comportano effettivamente tutte le differenze di prezzo sopra.

Prima di tutto, Bluehost ti offre un sito per il suo pacchetto di hosting condiviso entry-level, ma gli ultimi due livelli hanno siti illimitati.

Basic (livello uno) ottiene 50 GB di spazio, mentre il secondo, il terzo e il quarto livello ottengono nuovamente spazio illimitato. La larghezza di banda è illimitata per tutti i livelli!

bluehost web hosting condivisoInoltre, Basic ottiene 5 domini parcheggiati e 25 sottodomini e 100 MB di spazio di archiviazione per account e-mail con un massimo di 5 account consentiti.

Hai indovinato: i livelli procedurali hanno quantità illimitate di tutte queste funzionalità.

Inoltre, ogni piano di hosting condiviso ottiene SSL gratuito.

Il primo livello di HostGator si chiama Hatchling e include anche un dominio, larghezza di banda illimitata e spazio di archiviazione illimitato. I prossimi due livelli ottengono domini illimitati.

Hatchling in realtà include una certificazione SSL, che è estremamente impressionante, nonché account e-mail illimitati (il massimo di Bluehost è 5) e sottodomini illimitati (rispetto al massimo di 25 di Bluehost).

caratteristiche di hostgator

I due livelli successivi hanno sostanzialmente alcune funzionalità di sicurezza, strumenti SEO o componenti aggiuntivi vari per differenziarli.

Un’ultima cosa: ogni piano di hosting condiviso su HostGator, anche Hatchling, riceve un’offerta Google Adwords da $ 100 e un credito Bing Ads da $ 100.

SSL gratuito e altro con HostGator

Onestamente, il take-away è HostGator sembra molto meglio nel reparto funzionalità.

Non c’è davvero nulla che Bluehost offra anche che HostGator non offra, soprattutto ai prezzi più bassi, come dimostrano i loro pacchetti di hosting condiviso.

Inoltre, alcune delle funzionalità più importanti, ad esempio l’archiviazione e la larghezza di banda, sono molto più limitate su Bluehost rispetto a HostGator e per quasi lo stesso prezzo.

Questo schema generale si applica agli altri prodotti di hosting offerti da Bluehost e HostGator.

Le eccezioni sarebbero dedicate e hosting VPS: l’hosting dedicato su Bluehost è più economico rispetto a HostGator e le funzionalità non sono significativamente peggiori.

Osserva attentamente però: parte dei prezzi più alti di HostGator per server dedicati potrebbe essere dovuta al fatto che anche la loro opzione di primo livello ha il doppio della RAM rispetto a Bluehost, nonché una larghezza di banda illimitata (rispetto ai 5 TB di Bluehost).

Inoltre, l’hosting VPS su Bluehost non è solo molto più economico, ma offre sistemazioni molto simili in termini di spazio di archiviazione e strumenti.

In conclusione, HostGator sembra battere Bluehost nel reparto funzioni e valore per l’hosting web condiviso e l’hosting WordPress (anche se l’hosting WordPress è anche più economico con Bluehost).

Per VPS o hosting dedicato, tuttavia, Bluehost offre offerte generalmente migliori.

Test 3. Confronto dell’assistenza clienti

Cosa importa avere molte funzionalità se non puoi usarle? Essere in grado di gestire correttamente e facilmente il tuo account è essenziale.

HostGator, essendo il fratello minore, ha una comunità di utenti più affiatata e supportata?

Oppure Bluehost, essendo il colosso, ha molte più risorse a sua disposizione?

Innanzitutto, affrontiamo le risorse educative e fattuali in loco: questo significa basi di conoscenza e pagine tutorial.

Le risorse di HostGator sono molto concentrate, essendo centralizzate in una pagina.

La pagina di supporto è una knowledge base che gestisce domande frequenti, articoli di istruzioni e tutorial video. Lo odio personalmente, ma sembra facile da usare e funziona bene.

Le risorse di Bluehost sono distribuite quasi quanto quelle di HostGator, vale a dire che non lo sono.

Anche se trovo che la loro pagina di aiuto sia molto più pulita e liscia, la verità è che la pagina offre meno supporto di quella di HostGator.

Questo perché la pagina di HostGator, nonostante sembri un po ‘datata, è ben organizzata al punto che puoi facilmente navigare verso l’articolo o il tutorial di cui hai bisogno entro 1-3 clic.

Puoi cercare ovviamente, ma la navigazione è molto semplice.

Bluehost ha alcune categorie con argomenti secondari, ma se non vedi l’argomento elencato, dovrai cercarlo.

La parte più bella è che probabilmente puoi trovare sia un tutorial, video tutorial e un articolo di testo per una serie di argomenti.

In questo senso, la pagina di supporto di Bluehost contiene più informazioni, ma quella di HostGator è più facile da consultare.

Per quanto riguarda il contatto con un rappresentante dell’assistenza clienti, sia Bluehost che HostGator offrono le stesse opzioni: supporto telefonico, supporto ticket / e-mail e chat dal vivo.

I primi due sono più o meno gli stessi, anche se dovrei notare che Bluehost funziona meglio con il supporto telefonico: hanno molte più estensioni, specializzate per argomenti diversi, rispetto a HostGator.

Per quanto riguarda la chat dal vivo, diamo un’occhiata a due diverse volte in cui ho interagito con i rispettivi rappresentanti delle due società.

La live chat di Bluehost è stata utile: ho ricevuto una risposta praticamente immediatamente, anche se probabilmente era una copia / incolla o un bot.

chat di supporto bluhost 1

chat di supporto bluehsot 2

Dopo 2-3 minuti, ho ricevuto una risposta autentica.

chat di supporto per bluehost 3

Con HostGator ho anche ricevuto una risposta in circa un minuto, anche se probabilmente si trattava anche di un copia / incolla o di un bot.

chat di supporto hostgator 1

chat di supporto hostgator 2

chat di supporto hostgator 3

Il tempo impiegato per ottenere la risposta che cercavo era di circa 1 minuto.

Nel complesso sembra che HostGator abbia avuto un tempo di risposta più veloce per il test della chat dal vivo.

Tuttavia, sono titubante nel dichiarare che hanno un servizio clienti migliore sulla base di una differenza di 2 minuti: dopo tutto potrebbe essere fortuna.

Per tenere conto delle pagine di supporto / aiuto, direi che Bluehost potrebbe essere leggermente migliore di HostGator per l’assistenza clienti.

Sì, la live chat di HostGator è andata un po ‘meglio, ma la pagina di supporto di Bluehost contiene informazioni più aggiornate e una maggiore varietà di formati di istruzioni.

Detto questo, HostGator ha ancora un solido supporto clienti: potresti voler prendere le mie preferenze con un pizzico di sale ed esplorare le loro pagine di supporto per te stesso per vedere quale preferisci.

Test 4. Facilità d’uso

Non vuoi spendere troppo tempo o energia per imparare a utilizzare un servizio che dovrebbe semplificare la vita.

In effetti, sia Bluehost che HostGator sono altrettanto facili da usare. Con Bluehost è meno sorprendente – dopo tutto sono un nome così grande – ma HostGator non è in realtà più difficile di suo fratello maggiore.

Potrei dire che l’interfaccia utente e il pannello di controllo di Bluehost sembrano particolarmente eleganti e moderni, più di quelli di HostGator (che a volte possono sembrare un po ‘obsoleti).

bluehost hosting cPanel

HostGator non sembra male, ma potrebbe essere un po ‘più facile navigare in Bluehost.

Chat di HostGator 3

Detto questo, non credo che sia abbastanza per fare una differenza seria nella decisione di nessuno. Se la facilità d’uso è importante per te, sia Bluehost che HostGator sono piuttosto solidi. Non posso raccomandare l’uno sull’altro basandomi esclusivamente su questo fattore.

Test 5. Sicurezza e affidabilità

I prezzi possono essere difficili da confrontare perché ogni lettore ha vincoli di prezzo diversi e le funzionalità sono difficili perché ogni lettore potrebbe interessarsi leggermente di più a questa o quella funzione.

Ma confrontare la sicurezza è molto più semplice: quali misure stanno proteggendo i tuoi dati e i server e come appaiono i tempi di attività?

Cominciamo con i metodi di protezione. HostGator, sfortunatamente, non dice molto sulla sua sicurezza, oltre a offrire strumenti di sicurezza da acquistare in aggiunta al pacchetto di hosting.

Pacchetti di sicurezza HostGator

Gli strumenti offerti da HostGator sono fondamentalmente un backup automatico, scansione / prevenzione del malware e privacy del dominio.

C’è una piccola pagina nascosta nella loro pagina di supporto su come i server di HostGator sono protetti dagli attacchi DDoS, ma questo è tutto.

Vorrei poter dire che la sicurezza di Bluehost è più trasparente, se non solida, ma purtroppo non lo è nemmeno.

Offrono anche componenti aggiuntivi per la sicurezza, ma questo è tutto; oltre a ciò, dovrai solo fidarti che hanno tanto successo quanto lo sono perché sono riusciti a proteggere i loro clienti.

Delusione per la mancanza di informazioni a parte, confrontiamo il tempo di attività in quanto è una misura diretta e visibile di sicurezza.

uptime di bluehost

Per controllare le ultime statistiche sui tempi di attività di Bluehost, fai clic qui

uptime dell'hostgator

Per controllare le ultime statistiche sui tempi di attività di HostGator, fare clic qui

Il tempo di attività è importante, abbastanza importante che può interessare anche solo una frazione del percento. Ma questo è abbastanza vicino e con solo due mesi nei nostri registri,

Penso che la giuria sia ancora fuori (anche se tecnicamente, HostGator sta vincendo).

Alla fine, dirò che Bluehost e HostGator sono legati alla sicurezza.

Conclusione

Quando questi due titani si scontrarono, Bluehost sembrò pronto a ottenere una vittoria contro il suo fratellino. Dopotutto, ha ospitato molti più siti di HostGator e ciò dovrebbe significare che Bluehost offre servizi più forti in qualche modo.

Ma i risultati del mio confronto sembrano differire. Bluehost fa alcune cose meglio: la sua pagina di supporto è migliore e ha linee più specializzate per il supporto telefonico.

I rappresentanti del servizio clienti sono altrettanto utili, anche se forse HostGator ne ha di più reattivi nella live chat.

Bluehost ha, nel complesso, un’estetica molto più bella e trovo che spostarsi attorno ad esso sia leggermente più facile. Tuttavia, HostGator non è molto più difficile da usare: sono in pareggio e ogni vittoria è marginale.

Lo stesso vale per la sicurezza, sebbene HostGator sia quello che guarda da vicino. Entrambi i servizi potrebbero avere un profilo più trasparente della loro sicurezza ed entrambi si concentrano maggiormente sui componenti aggiuntivi di sicurezza rispetto alle protezioni predefinite.

I loro punteggi di uptime sono molto vicini, con HostGator a malapena vincente. Tuttavia, potrebbe essere una possibilità: quando sono così vicini, è difficile dirlo.

Sono le caratteristiche e i prezzi che rendono le cose meno anche per le due aziende.

Bluehost offre prezzi più convenienti per l’hosting dedicato, ma se si tratta di un affare migliore o meno dipende dagli alloggi di cui hai bisogno, in generale, potrebbe essere un affare migliore rispetto ai pacchetti di hosting dedicati di HostGator.

Con l’hosting VPS, Bluehost vince ancora, con un notevole aumento del rapporto qualità-prezzo rispetto a HostGator.

Ma con WordPress e l’hosting web condiviso – probabilmente alcune delle opzioni più popolari per la loro convenienza – HostGator prende la torta.

Offre la maggior parte delle stesse cose che Bluehost fa, ma aggiunge di più e ha meno restrizioni anche sui pacchetti entry level.

HostGator fa tutto per circa gli stessi prezzi.

Quindi quale consiglio di più?

Per ora, dirò che HostGator ha ottenuto una vittoria meritata come miglior servizio di hosting in generale, ma Bluehost potrebbe essere un’opzione migliore per chi cerca opzioni di hosting più pesanti come VPS o hosting dedicato.

Stia tranquillo; qualunque cosa tu scelga, dovresti comunque essere in buone mani!

Articoli correlati:
  1. Bluehost Vs Godaddy: quale Web Hosting vince?
  2. Bluehost vs InMotion Hosting – Qual è il migliore per te?
  3. SiteGround Vs Bluehost: qual è l’hosting migliore, veloce e affidabile?
  4. HostGator Vs GoDaddy: confronto basato su velocità, prezzo & Supporto
  5. DreamHost Vs BlueHost Comparison – FATTI basati sulla mia esperienza
Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map