Cos’è l’errore HTTP 302 e come correggerlo? [4 metodi testati spiegati]

Cos’è l’errore HTTP 302 e come correggerlo? [4 metodi testati spiegati]

Cos’è l’errore HTTP 302 e come correggerlo? [4 metodi testati spiegati]

Ogni volta che dobbiamo fare 302 reindirizzamenti, di solito sorgono le stesse domande.


Ecco alcune delle domande:

  1. Il mio sito web è pronto per questo?
  2. Quale tipo di reindirizzamento è il più appropriato per il mio caso?
  3. Perderò tutto il lavoro SEO che ho svolto finora?
  4. Google mi penalizzerà? Cosa succede se elimino i reindirizzamenti?
  5. Come sono fatti?
  6. Come posso correggere l’errore 302? (se si verifica)

In questo articolo, risponderò a tutte queste domande in modo da avere più chiarezza per procedere in ciascun caso.

Che cos’è il reindirizzamento 302?

Il codice 302 indica un reindirizzamento temporaneo. Una delle caratteristiche più importanti che lo differenziano da un reindirizzamento 301 è che, nel caso di 302 reindirizzamenti, la forza del SEO non viene trasferita a un nuovo URL.

google seo

Questo perché questo reindirizzamento è stato progettato per essere utilizzato quando è necessario reindirizzare il contenuto a una pagina che non sarà quella definitiva.

Pertanto, una volta eliminato il reindirizzamento, la pagina originale non avrà perso il suo posizionamento nel motore di ricerca di Google.

Sebbene non sia molto comune che ci troviamo nel bisogno di un reindirizzamento 302, questa opzione può essere molto utile in alcuni casi. Questi sono i casi più frequenti:

  • Quando ci rendiamo conto che ci sono alcuni contenuti inappropriati in una pagina. Mentre risolviamo il problema, possiamo reindirizzare l’utente a un’altra pagina che potrebbe essere di interesse.
  • Nel caso in cui un attacco al nostro sito Web richieda il ripristino di una qualsiasi delle pagine, questo reindirizzamento può aiutarci a ridurre al minimo l’incidenza.

Un reindirizzamento 302 è un codice che comunica ai visitatori di un URL specifico che la pagina è stata temporaneamente spostata, indirizzandoli direttamente alla nuova posizione.

In altre parole, il reindirizzamento 302 viene attivato quando i robot di Google o altri motori di ricerca richiedono di caricare una pagina specifica. In quel momento, grazie a questo reindirizzamento, il server restituisce una risposta automatica che indica un nuovo URL.

In questo modo si evitano errori e fastidi sia per i motori di ricerca che per gli utenti, garantendo una navigazione fluida.

A cosa serve un reindirizzamento 302?

Il reindirizzamento 302 serve, ad esempio, ad avere diverse versioni di una homepage in diverse lingue.

Il principale può essere in inglese; ma se i visitatori provengono da altri paesi, questo sistema li reindirizza automaticamente alla pagina nella loro lingua.

302 reindirizzamento

In questo modo si ottiene una mobilitazione del traffico web, ma allo stesso tempo, l’influenza a livello SEO della pagina principale non viene diluita. Questo continua a crescere, anche se non c’è trasferimento di autorità, come abbiamo spiegato in precedenza.

Esempio di reindirizzamento HTTP 302

Il caso di esempio di reindirizzamento HTTP 302 più comune è di Google.

Indipendentemente dal Paese da cui accedi, se digiti https://www.google.com/, verrai reindirizzato alla versione di Google nella lingua / Paese che ti corrisponde.

ricerca Google

Nel caso della Germania, 302 ci porta automaticamente su https://www.google.de/ per consentirci di cercare contenuti in tedesco.

I portali di aziende di successo come Coca-Cola o Fujitsu usano anche questo sistema per reindirizzare il traffico verso il luogo che ritengono più conveniente.

Cause dell’errore HTTP 302

Non utilizzare il codice di stato 302 se si desidera trasferire il peso SEO all’URL di destinazione.

Tuttavia, ecco alcuni dei motivi più comuni per l’errore di reindirizzamento 302:

  • Utilizzando 302 reindirizzamenti mentre il dominio è in movimento;
  • Creazione di un reindirizzamento 302 quando si sposta il documento;
  • Utilizzo di un reindirizzamento 302 durante la modifica del protocollo del sito;
  • La creazione di 302 reindirizzamenti mentre la struttura del sito sta cambiando.

Il reindirizzamento HTML 302 non è raccomandato quando il metodo della richiesta originale deve essere applicato alla richiesta dell’URL di destinazione – ad esempio, spostando l’URL di una direttiva del modulo che utilizza il metodo POST per un periodo specifico.

Come identificare l’errore HTTP 302

Verificare che le impostazioni di reindirizzamento 301 e 302 siano corrette è molto semplice. Quando si entra nella barra degli indirizzi del vecchio indirizzo, osserviamo cosa sta succedendo.

Il cambio di indirizzo indica che tutto va bene con il reindirizzamento. L’indirizzo rimane lo stesso: devi cercare l’origine del problema, ma prima ti consigliamo di pulire la cache e riprovare.

nome del dominio

Esiste un’altra opzione: richiedere il controllo del codice di risposta del server ai servizi online, ad esempio http://example.com/e_redirect/.

Se hai impostato correttamente un reindirizzamento, dopo aver inserito il nome di dominio, vedrai il codice di risposta 301 o 302. Dipende dal tipo di reindirizzamento che hai pianificato di ricevere inizialmente.

Alcuni servizi visualizzano inoltre il codice fornito dal server dopo il reindirizzamento e qui esiste solo un’opzione valida: 200 OK.

Correzione dell’errore HTTP 302

Metodo 1: controllare la configurazione del server

L’applicazione può essere eseguita sul server che utilizza uno di questi due programmi Web server più comuni, Nginx o Apache. Questi due server Web rappresentano oltre l’84 percento del programma globale di server Web!

Pertanto, il primo passo per determinare il codice di risposta 302 è verificare le istruzioni di reindirizzamento obbligatorie nel file di configurazione del programma del server Web.

Per Apache web Server

Passaggio 1: aprire il file .htaccess sul server

Per identificare il server Web, è necessario trovare il file chiave. Se stai utilizzando il web server Apache, individua il file .htaccess nel filesystem di root del tuo sito.

cPanel File Manager

Se il tuo programma si trova sull’host condiviso, potresti avere il tuo nome utente collegato all’account host, ad esempio. In questo caso, in genere, la directory dell’applicazione root si trova nel percorso:

/ home // public_html / path, quindi il file .htaccess si trova in /home//public_html/.htaccess.

Passaggio 2: trova le direttive mod_rewrite

Una volta trovato il file .htaccess, aprilo nell’editor di testo e trova la riga che utilizza le direttive RewriteXXX appartenenti al modulo Apache mod_rewrite.

mod_rewrite

Tuttavia, l’idea fondamentale è che la direttiva RewriteCond delinea un modello di testo che viene confrontato con l’URL registrato. Quando un visitatore richiede l’URL corrispondente su un sito, la direttiva RewriteRule che traccia una o più istruzioni RewriteCond reindirizzerà effettivamente la richiesta verso l’URL corrispondente.

Ad esempio, la seguente è una semplice combinazione di RewriteRule e RewriteCond che soddisfa tutti i requisiti di example.com, ma inserisce invece un reindirizzamento temporaneo nello stesso URI nel dominio temporaneo – example.com:

RewriteEngine on
RewriteCond% {HTTP_HOST} ^ esempio \ .com $
RewriteRule ^ (. *) $ HTTP://www.temporary-example.com/$1 [R = 302]

Si noti il ​​banner aggiuntivo nella parte inferiore di RewriteRule, che illustra chiaramente che un codice di risposta deve essere 302, mostrando all’agente del browser che si tratta di un reindirizzamento temporaneo.

Passaggio 3: reimpostare le direttive nel file .htaccess

# INIZIA WordPress
RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteRule ^ index \ .php $ – [L]
RewriteCond% {REQUEST_FILENAME}! -F
RewriteCond% {REQUEST_FILENAME}! -D
RewriteRule. /index.php [L]
# END WordPress

Pertanto, se nel tuo file .htaccess trovi un’insolita direttiva RewriteRule o RewriteCond che non sembra adatta, prova a annotarli temporaneamente (con il prefisso #) e riavvia il server web per verificare se il problema è stato risolto.

Per il server Web Nginx

Passaggio 1: aprire il file nginx.conf

configurazione di ngix

Se il tuo server web funziona su Nginx, dovresti cercare un file di configurazione totalmente diverso. Questo file è specificato come nginx.conf per impostazione predefinita e si trova in una delle directory comuni elencate di seguito:

/ usr / local / nginx / conf, / etc / nginx o, / usr / local / etc / nginx.

Passaggio 2: riscrivere le direttive sul file nginx.conf

Dopo il rilevamento, apri il file nginx.conf nell’editor di testo e trova le direttive di riscrittura relative all’indicatore di reindirizzamento.

Schema 301

Ad esempio, questa è una semplice direttiva a blocchi (dichiarata una serie di istruzioni) che imposta il server virtuale attraverso la generazione di un reindirizzamento temporaneo da abc.com a temporary-abc.com:

server {
ascolta 80;
ascolta 443 ssl;
nome_server www.abc.com;
riscrivi ^ / $ http://www.temporary-abc.com reindirizzare;
}

Le direttive di riscrittura di Nginx sono parallele a Apache RewriteRule e
RewriteCond perché di solito comprendono schemi di ricerca orientati al testo più complicati.

Passaggio 3: controllare la politica di sostituzione del file nginx.conf

In ogni caso, controllare il file nginx.conf per la politica di sostituzione delle eccezioni che contiene un flag di reindirizzamento (altro codice di risposta di ritorno flag permanente 301).

parametri ngix

Notare eventuali eccezioni prima di riavviare il server per verificare se il problema è stato risolto.

Metodo 2: ricerca di software obsoleti

Il documento di specifica di RFC per HTTP 1.0 afferma che l’obiettivo di un codice di risposta “302 Found” è inteso a indicare che il client deve eseguire un reindirizzamento temporaneo.

rischio del dispositivo

Tuttavia, molti nuovi browser elaboreranno il codice 302 ricevuto attraverso la richiesta POST come richiesta GET non valida.

Ciò ha provocato ostacoli e confusione con determinati programmi di server Web che tentano di forzare il browser a eseguire il lavoro giusto quando deve essere reindirizzato temporaneamente.

Per risolvere questo problema, il documento di specifica HTTP 1.1 RFC ha restituito 303 codici di risposta, altri 307 reindirizzamenti temporanei, che è un modo comprensibile per gestire POST-to-GET o temporanee, risposte transitorie.

Metodo 3: pulizia dei registri

Quasi tutte le applicazioni Web memorizzano i record sul server. Il registro dell’applicazione di solito rappresenta la cronologia dell’applicazione, ad esempio quali pagine, server sono stati richiesti e connessi, che sono stati ottenuti dal database fornito e così via.

pulire i registri

I registri del server sono collegati al dispositivo corrente che esegue i programmi e di solito contiene informazioni sullo stato e l’integrità di tutti i servizi connessi e persino le informazioni sul server.

Google registra [PLATFORM_NAME] nel CMS o usa [PROGRAMMING_LANGUAGE] per registrare e registrare [OPERATING_SYSTEM] quando si avvia l’applicazione personalizzata per ulteriori informazioni per ottenere questi record.

Metodo 4: correggere il codice dell’applicazione

Nel caso, tutti i metodi sopra discussi falliscono, il problema potrebbe essere nel codice utente dell’applicazione che ha causato il problema.

programma di navigazione in rete

Prova a determinare la causa del problema individuando manualmente l’applicazione e analizzandola nei file di registro dell’applicazione e del server.

È una buona idea copiare l’applicazione completa sul computer di sviluppo locale ed esaminarla per vedere esattamente cosa succede alle scansioni 302 e vedere il codice per ogni applicazione.

Conclusione

Infine, come hai visto, non dobbiamo temere molto sugli errori di reindirizzamento HTTP 302. Senza andare oltre, sono un modo fantastico per evitare di perdere traffico sulle nostre pagine web con gli inevitabili cambiamenti che si verificano nel corso degli anni.

Spero che, dopo aver letto questo articolo, non otterrai brividi ogni volta su come posso correggere l’errore commosso temporaneamente 302.

Se vuoi dare un contributo al post o se hai una domanda o vuoi semplicemente esprimere la tua opinione, non esitare a commentare di seguito!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Adblock
    detector