Vuoi promuovere il tuo blog? 151 Modi provati e testati

Vuoi promuovere il tuo blog? 151 Modi provati e testati

Vuoi promuovere il tuo blog? 151 Modi provati e testati

Come convincere le persone a leggere il tuo blog? Come ottenere traffico sul tuo blog? Come portare il tuo blog alle persone che vogliono vederlo?


Queste sono domande poste da tutti coloro che gestiscono o commercializzano un blog. Ed è facile scoraggiarsi: ci sono già così tanti blog là fuori!

Fortunatamente, è assolutamente possibile promuovere il tuo blog per aumentare il traffico, i lettori o i clienti. Di seguito, ho 151 modi provati e testati per promuovere il tuo blog.

Coprono tutti i tipi di metodi e luoghi. Alcuni sono grandi, altri piccoli. Non è necessario eseguirli tutti, ma meritano sicuramente una visita.

Iniziamo!

Contents

1. Condividi i tuoi contenuti su molti social network

Forse non ti piace Facebook. Forse Instagram è quello che usi, o Twitter lo è. Supponiamo che tu non sia mai entrato in LinkedIn.

Indovina un po?

Peccato.

Ok, sto esagerando un po ‘, ma in generale: è una buona idea diffondere i tuoi contenuti su molti social network.

Il motivo è semplice: stai pubblicando buoni contenuti. Quel contenuto dovrebbe essere visto e condiviso il più possibile.

E più luoghi condividi, più è probabile che i tuoi contenuti vengano visualizzati, apprezzati e condivisi da altri.

2. Condividi i post del blog sui social media quando li pubblichi

Questa è una cosa abbastanza semplice da fare: molte piattaforme hanno un’opzione per pubblicare contemporaneamente un post sul tuo blog e pubblicarlo sui social media.

Fare questo fa un paio di cose:

Innanzitutto, consente alle persone di vedere il tuo post proprio quando lo pubblichi. duh.

In secondo luogo, se ti piacciono i retweet, le condivisioni e i commenti sul post o sul link del post, il tuo post appare più credibile.

Il che rende più probabile ottenere ancora più punti internet. È il modo più semplice di promuovere il tuo blog per aumentare il traffico.

3. Condividi non solo un post, ma più in una singola istanza!

Ad essere onesti, tutti comprendono il concetto di condividere un singolo pezzo pubblicato.

Ma c’è un altro modo di condividere i tuoi contenuti sui social media ed è un po ‘più rinfrescante:

Fondamentalmente, raggruppa i tuoi contenuti. Organizza una raccolta di post come preferisci, probabilmente attraverso un tag, una categoria o un tag.

Quindi condividi l’intera raccolta di post con un solo link! Ciò consente di affrontare argomenti più ampi e quindi attrarre una gamma più ampia di interessi.

4. Utilizzare il tempo di pubblicazione ottimale per condividere post.

Quando ero al liceo, insistevo con i miei amici che ci fosse un tempo di pubblicazione ottimale, ed è per questo che le mie foto del profilo hanno ottenuto così tanti Mi piace. Loro hanno riso.

Avanti veloce anni dopo, e chi ride adesso? È semplicemente VERO che alcune volte del giorno sono migliori per pubblicare e condividere contenuti rispetto ad altri.

Tieni presente, ovviamente, che i tempi variano tra i social network. Può sembrare complicato, ma per fortuna è facile fare ricerche!

Condividi i tuoi contenuti su molti social network

5. Utilizzare il tempo di pubblicazione ottimale per pubblicare post sul blog.

Certo, stai gestendo un blog e, a seconda dell’ecosistema in cui vive il tuo blog (ad esempio WordPress), probabilmente vorrai assicurarti che il post stesso sia pubblicato in un buon momento.

Questo è più un jolly: possiamo intuire approssimativamente quando le persone usano Instagram o Facebook, specialmente se li usiamo.

Ma dovrai pensare a quando i tuoi lettori e quando le persone nella tua blogosfera stanno prendendo tempo per leggere un blog.

6. Utilizzare giorni di pubblicazione ottimali.

Come puoi vedere, questo è qualcosa che prendo sul serio. No, non è perché sono amaro delle mie esperienze al liceo.

Comunque, il punto è valido.

Naturalmente, se alcune volte sono migliori per promuovere il tuo blog, allora lo sono anche alcuni giorni. E ancora una volta, dovrai tenere conto della tua conoscenza del tuo pubblico.

Il tuo pubblico di destinazione scorrerà un post sul blog al lavoro? Bene, sembra che nei giorni feriali andrà bene.

O forse il tuo blog è incentrato sulle cure per i postumi di una sbornia: potrebbe essere utile pubblicare nel fine settimana!

7. Indica gli influenzatori nei tuoi post.

Senti, probabilmente hai già familiarità con alcuni influenzatori se stai bloggando.

Dopotutto, probabilmente stai facendo ricerche per il tuo campo … quindi hai sicuramente trovato alcuni nomi che sono influenti in esso.

Quando menzioni influencer nei tuoi post, mostri la tua consapevolezza dell’argomento. Dimostri umiltà: dai credito dove è dovuto.

E soprattutto, è più probabile che le persone trovino e rispettino i tuoi post quando menzioni influencer rilevanti.

8. Racconta agli influenzatori di come li hai menzionati.

Puoi rendere la cosa dell’influencer ancora migliore. Basta contattare l’influencer (s) che citi.

Dopotutto, a meno che tu non faccia un lavoro terribile, il peggio che possono fare è non rispondere. E raggiungere non ha bisogno di prendere molto tempo o energia da te.

D’altra parte, un influencer potrebbe essere contento e condividere i tuoi contenuti con il loro pubblico: è una GRANDE vittoria.

Perché non è solo un’approvazione dei tuoi contenuti, è anche un ottimo modo per indirizzare il traffico verso il tuo blog.

9. Usa i gruppi di Facebook.

Lo so, lo so, tu e 2 miliardi di persone capite già il concetto di pubblicare su Facebook.

Quello di cui sto parlando, tuttavia, è pubblicare su un gruppo di Facebook. Un gruppo di Facebook si concentrerà su un argomento o un problema specifico ed è un ottimo posto per trovare persone con interessi simili.

… Persone con interessi simili che vogliono parlare di quegli interessi e vogliono saperne di più.

Inoltre, ci sono innumerevoli gruppi di Facebook e è meglio credere che ci siano molti gruppi diversi per le stesse nicchie. Quindi non solo ci sarà probabilmente un gruppo di Facebook per la tua nicchia, probabilmente ce ne sarà più di uno.

Ma fai attenzione: alcuni gruppi potrebbero avere regole sull’autopromozione e, anche se pertinente, la promozione del tuo blog potrebbe non essere ricevuta calorosamente.

10. Usa i forum!

Ancora una volta, devi essere consapevole del forum stesso: alcuni potrebbero non essere ricettivi ai link al tuo sito.

Detto questo, molti di loro lo saranno. La chiave è ESSERE UMANI. (Maggiori informazioni più avanti). Mantieni la tua presenza sul forum delicata sopra ogni altra cosa. Sii collaborativo.

Perché un forum pertinente è un ottimo posto per rispondere alle domande usando i post del tuo blog.

Saresti sorpreso: finché tu e il tuo blog siete utili, potete ottenere traffico sul vostro blog e persino creare un seguito fedele.

11. Usa il “feed” di Quora per trovare domande popolari e urgenti

Se non lo sai, Quora è fondamentalmente un sito di domande e risposte, un po ‘come Yahoo! Risposte, ma più popolare.

L’accesso al feed di Quora ti consentirà di visualizzare alcune delle domande più popolari in un argomento pertinente. Puoi vedere ciò che il tuo pubblico di riferimento è più interessato o interessato.

E poi? Puoi rispondere alla domanda direttamente in Quora, E puoi usare la tua ricerca Quora per affrontare gli argomenti nei tuoi futuri post sul blog!

12. Trova e usa i subreddit coinvolti nella tua nicchia.

Questo è fondamentalmente nella stessa vena degli ultimi due modi di promuovere il tuo blog. Ma Reddit è diverso. E utile. Credetemi, Reddit è un sito super utile per i blogger.

Fondamentalmente, Reddit è una gigantesca rete incentrata sulla condivisione di contenuti. In parte originale, ovviamente, in gran parte ripubblicato o collegato. Esistono centinaia di “subreddit”, in pratica comunità e forum dedicati a determinati argomenti all’interno dell’ecosistema Reddit.

A volte sembra che ci sia un subreddit per tutto. Alcuni sono grandi, altri piccoli e potrebbero essercene più di uno che si sovrappone al focus del tuo blog.

Ma ci sono buone probabilità che siano utili almeno per la ricerca: puoi trovare domande urgenti, idee popolari e valutare atteggiamenti e interessi.

subreddits

13. Appunta i post nella parte superiore dei profili dei social media

È semplice: le persone possono spesso imbattersi nei profili dei social media del tuo blog. Quando lo fanno, potrebbero impiegare molto tempo a seguire la tua pagina.

Quindi aggiungi il tuo ultimo post o il tuo miglior post nella parte superiore del tuo profilo, quindi è la PRIMA cosa che chiunque vede quando visita la tua pagina.

Puoi farlo su diversi social network, ma eccolo su Twitter:

profili di social media

14. Usa gli hashtag.

Oh, pensi che gli hashtag siano uno scherzo?

Certo, sono facili da prendere in giro, ma sono molto utili! E non sono solo su Twitter, ma sono utili anche su Instagram e Facebook.

Non solo molte persone trovano contenuti con gli hashtag, ma ci sono così MOLTI hashtag, puoi trovarne uno in particolare in cui eccellere.

Forse tutti usano # wanderlust … ma ci sarà sicuramente un hashtag meno popolare, ma simile, che puoi giocare di più per promuovere il tuo blog.

15. Usa alcuni strumenti per scoprire quali hashtag sono i migliori.

Vai avanti e metti alla prova la tua creatività, ovviamente … ma farà male essere precisi su queste cose?

Perché alcuni hashtag saranno troppo popolari e sarà facile seppellirli (vedi l’esempio sopra di #wanderlust).

Altri potrebbero essere troppo impopolari e non porteranno abbastanza persone al tuo post e quindi al tuo blog.

Ma usando strumenti come What the Trend, Hashtags.org o Twitonomy, puoi trovare quali hashtag sono di tendenza, che sono buoni da targetare e alcuni hanno persino analisi di ricerca.

16. Tweet frequentemente

Ecco la cosa: Twitter è sostanzialmente diverso dagli altri social network.

Certo, ci sono molte sovrapposizioni. Ma in generale, è più giusto Tweet molto che pubblicare molto su Facebook o Instagram.

Non fraintendetemi: dovresti pubblicare frequentemente su tutte le tue reti. Ma spesso su Twitter significa più di una dozzina di volte al giorno.

Come convincere le persone a leggere il tuo blog? Ne parlo molto!

17. … Ma non hai lo stesso programma di pubblicazione per altri social network.

Questo tipo di risale ai tempi di pubblicazione ottimali e ai giorni di pubblicazione ottimali di cui parlavo.

Tieni presente che potresti avere un pubblico diverso su reti diverse e che le persone su reti diverse:

Aspettatevi una certa frequenza di post e userete quelle reti in momenti diversi.

18. Allo stesso modo, quando alcuni post non stanno andando bene … riducono le perdite.

Sembra rozzo, perché a volte lo è: un problema comune che vedo nelle campagne sui social media è che le persone non sanno quando ridurre le perdite.

È semplice: se i tuoi post non vanno bene, puoi provare a postare un po ‘di più. Ma a un certo punto, dovrai affrontare la realtà e cambiare le cose.

Perché se le persone non rispondono bene ai tuoi post … pubblicare anche più degli stessi articoli probabilmente farà più male che bene.

Quando vuoi sapere come commercializzare il tuo blog, feedback negativi e scarsi risultati possono essere un’enorme lezione da cui imparare.

19. Condividi i tuoi nuovi post più di una volta.

Sì, lo so … contraddizioni a bizzeffe!

Tieni presente che tutto ciò è davvero caso per caso. Detto questo, quando scrivi un nuovo post, dagli il miglior risultato possibile. Ciò significa che condividilo più di una volta.

Certo, modifica il testo quando condividi il post, fai quello che ritieni sia meglio, ma non limitarti a una condivisione.

I nuovi post possono sembrare vulnerabili e possono farti domandarti come ottenere traffico sul tuo blog. La ricondivisione non è affascinante, ma è efficace.

20. Promuovi di nuovo i contenuti meno recenti che hanno funzionato bene.

Non puoi limitare le cose ai tuoi nuovi post: quando hai contenuti meno recenti che funzionano bene, continua a usarli. Ricorda che è popolare per un motivo.

Dopotutto, potresti avere nuovi follower e nuovi spettatori che non hanno ancora visto le tue cose più vecchie.

Quindi, come convincere le persone a leggere il tuo blog? Promuovi di nuovo le tue cose più vecchie che sono state fatte bene o sono buone in generale.

Ecco un esempio: è stato twittato il 24 giugno 2019.

… Ma l’articolo vero? È stato scritto 6 mesi prima.

21. Usa elementi visivi nei tuoi tweet e fai attenzione a quanti personaggi usi.

È semplice, gente. Twitter di solito non è un posto per post di lunga durata. È vero che alcune persone hanno dei “thread”, ovvero una serie di tweet collegati per formare un pensiero più lungo.

Ma per la maggior parte, il limite di caratteri di Twitter è lì per un motivo.

Quindi, tienili brevi e usa la grafica. Raggiungi il punto, attira il tuo pubblico e usa gli elementi visivi: così sarà facile per gli altri ritwittare i tuoi contenuti.

22. Inserisci i link presto nei tweet

Questo è utile per ragioni simili a quelle precedenti: si tratta di rendere i tuoi tweet utili e buoni candidati per il retweet.

Ci sono alcune prove provvisorie, tramite analisi di Dan Zarrella, quella dei tweet con link, quelli con link posizionati in anticipo hanno avuto il maggior numero di click.

* Nota: la sua analisi principale non è al momento disponibile, quindi ho collegato a un altro in cui discute l’importanza di sperimentare con il posizionamento dei collegamenti.

Questa è scienza dura? No. Ma è sicuramente qualcosa.

23. Usa le schede Twitter

Le schede Twitter sono fondamentalmente un modo per aggiungere contenuti multimediali ai tweet, quindi non sono solo testo semplice.

Questo è un esempio di una scheda Twitter:

usa le carte twitter

Anche quella scheda Twitter è piuttosto semplice, ma hai l’idea. Se usi spesso Twitter, li hai sicuramente visti.

In breve, le schede Twitter rendono i tuoi Tweet molto più interessanti. Pertanto, hanno maggiori probabilità di ottenere retweet e maggiori probabilità di ottenere traffico sul tuo blog.

24. Invita i lettori a condividere (per una buona ragione).

Una certa parte del tuo pubblico potrebbe già condividere i tuoi post. Ma alcuni che potrebbero altrimenti essere ambivalenti nel condividere i post degli altri potrebbero essere ribaltati da un buon invito all’azione.

In altre parole, invita i tuoi lettori e follower a condividere per una buona ragione, non solo perché a loro piace.

Per esempio:

“Sei d’accordo sul fatto che (inserisci qui il conglomerato) dovrebbe essere più trasparente riguardo alle sue interruzioni del server? In tal caso, condividi questo post e tutti gli altri che vedi che fanno luce sui problemi di trasparenza (conglomerato qui)! “

25. Condividi usando l’emozione (con delicatezza, ovviamente).

Un ottimo modo per promuovere il tuo blog? Usa l’emozione. Le persone condividono cose che causano emozioni.

Diamine, l’intero concetto di un social network è quello di imitare relazioni e social network nella vita reale. Ovviamente l’emozione è importante.

Questa non è solo conoscenza comune o prova aneddotica. Questo fenomeno è stato documentato, soprattutto per blogger e esperti di marketing, dal Customer Insight Group del New York Times.

Quindi sì, l’emozione è una parte importante della condivisione. Solo un avvertimento: per l’amor del cielo, sii discreto. Non pubblicare post sui cuccioli morti (a meno che tu non sia un blogger per i diritti degli animali).

26. Stabilisci obiettivi giornalieri / settimanali per aumentare i contatti sui social media e segui.

Potrebbe sembrare troppo semplice, ma può essere un consiglio d’oro.

Perché la dura e fredda verità è, per la maggior parte di noi, che non esploderemo un giorno da duecento seguaci a duecentomila.

Anche quelli che diventano virali spesso hanno comunque svolto un lavoro duro e coerente dietro le quinte.

Eppure, avere follower è piuttosto essenziale. Condivideranno i tuoi post, diranno ai loro amici e nel complesso aumenteranno la tua presenza su Internet.

Quindi fissa obiettivi coerenti per espandere il tuo social network online. Può essere piccolo o grande, ma la chiave è la coerenza.

Ad esempio: “Guadagnerò 50 nuovi follower ogni settimana questo mese su Instagram”.

27. Pulisci / modifica i dati del grafico aperto.

Se non ne hai mai sentito parlare prima, probabilmente sembra complicato e tecnico. Davvero no.

Pulire i dati del tuo grafico aperto significa solo ottimizzare i tuoi post per la condivisione sui social media. L’idea è sostanzialmente di modificare le meta descrizioni, i titoli e gli estratti, il che è abbastanza facile da fare.

Yoast SEO è un plugin WordPress super popolare (con funzionalità gratuite e a pagamento) che ti consente di modificare questo materiale:

Ma praticamente qualsiasi editor SEO ti permetterà di modificare questo tipo di cose. Non è davvero così complesso e uno strumento necessario per la promozione del blog.

28. Includi collegamenti ai post del tuo blog nei profili dei social media.

Ricordi quando ho detto di aggiungere determinati post nella parte superiore dei tuoi profili sui social media? In modo che quando le persone trovano il tuo profilo, la prima cosa che vedono è il post che hai condiviso?

Bene, ecco la stessa idea al lavoro, ma invece di bloccare un post su Tweet o Facebook, basta inserire il link proprio nella descrizione del tuo profilo reale.

Alcune persone aggiornano i loro profili con collegamenti ai loro post più recenti. Altri semplicemente collegano al loro sito:

Qualsiasi cosa faccia galleggiare la tua barca!

29. Ospita e / o partecipa alle chat di Twitter per condividere ciò che sai (e raccomandare post sul blog!)

In precedenza in questo elenco, potresti aver notato un paio di temi comuni: in primo luogo, Twitter è un social network fondamentalmente diverso, meglio attrezzato per contenuti più scattanti.

In secondo luogo, i tweet dovrebbero essere utili e ispirare il retweet.

E un GRANDE modo di essere utile è di contribuire alle discussioni su Twitter o persino di ospitarle. Questo può avvenire tramite messaggi diretti (privati), o idealmente, tramite thread pubblici di Twitter.

partecipare alle chat di Twitter

E quando è appropriato? Suggerisci un post sul blog che hai scritto per rispondere alla domanda di una persona.

30. Fai la stessa cosa, ma su subreddits e forum!

Una cosa è trovare un subreddit nella tua zona (vedi # 12) e un’altra cosa per parteciparvi. Ecco la cosa su Reddit che lo separa dalla maggior parte degli altri siti di social media:

Su altre piattaforme popolari, la maggior parte delle persone che conosci pubblicano e condividono. Su Reddit, la maggior parte degli utenti VAST è “in agguato”, guardando, ma non partecipando.

Questo è un fenomeno comune su Internet e si chiama regola dell’1%.

Reddit è un esempio particolarmente forte della regola dell’1%, quindi ciò significa che quando contribuisci o conduci discussioni su Reddit, stai seriamente modellando i contenuti in quel subreddit.

Poiché i subreddit e i forum sono più adatti per discussioni più approfondite su argomenti di nicchia, è ASSOLUTAMENTE uno dei posti migliori in cui brillare con la tua esperienza.

31. Se si tratta di esso, considera di iniziare un subreddit su un argomento o una nicchia.

Questa è davvero solo un’estensione dell’idea precedente, ma potrebbe essere un po ‘intensa per alcune persone. Non ascolterai spesso questo consiglio, ma sono sicuro che sia uno dei modi più trascurati e poco utilizzati per promuovere i tuoi contenuti.

Chiunque abbia un account Reddit attivo da più di un mese può iniziare un subreddit. È totalmente gratuito.

I sottotitoli si basano sull’argomento, ad esempio non dovrebbero funzionare come le pagine di Facebook. Come commercializzare il tuo blog su Reddit non è chiaro, quindi molti blogger non lo fanno.

Ma se fai un subbreddit sull’attenzione del tuo blog, puoi 1) contribuire seriamente alla conversazione, 2) ottenere informazioni immediate sulla conversazione, 3) ottenere un’ottima reputazione.

32. Se ti senti davvero sicuro, considera di iniziare un subreddit per il tuo blog.

So di aver appena detto che i subreddit non dovrebbero funzionare come le pagine di Facebook. Ma a volte, quando una personalità di Internet è sufficientemente popolare, faranno il loro subreddit per i fan di pubblicare e discutere cose su di loro.

Questi subreddit sono anche usati per la promozione, ma si mescolano bene con discussioni organiche da parte della comunità.

La maggior parte dei subreddit creati per motivi promozionali provengono da artisti, cosplayer e narratori. Ma dai un’occhiata:

considera di iniziare un subreddit

Questo è un subreddit basato sul blog di un tizio. È un po ‘di nicchia, ma ha una community dedicata. Non discutono solo dei post del blog, ma di ogni sorta di cose relative a quel campo.

E il suo blog è diventato molto più popolare perché il subreddit ha un’ottima reputazione per discussioni interessanti.

33. Non trascurare Instagram.

Instagram è un social network estremamente popolare, ma non utilizzato dai blogger per la promozione quasi tutte le volte che gli altri social network (per ovvi motivi).

Il fatto è che i contenuti visivi sono molto facili da consumare e se hai le risorse, Instagram potrebbe essere un ottimo modo per rendere i tuoi contenuti facili da visualizzare.

Ecco la pagina Instagram di Neil Patel:

Vedere? Ha un link al suo blog, una biografia breve e facile da digerire. I suoi post ti fanno venir voglia di leggere di più.

34. Su LinkedIn, prova a concentrarti sullo sviluppo di competenze e sul business.

Probabilmente avrai molte sovrapposizioni tra i tuoi post su diversi social network, ma su LinkedIn, dovresti comunque soddisfare la cultura di LinkedIn.

In altre parole, è meglio concentrarsi sulle cose che interessano i professionisti e sul valore che il tuo blog può apportare a loro.

In questo modo, ad esempio, mettere in evidenza storie di successo della tua azienda, case study e cose sulla costruzione di competenze farà meglio su LinkedIn. Inoltre, le persone su LinkedIn saranno generalmente meno resistenti alla promozione del tuo blog per aumentare il traffico.

35. Usa descrizioni più lunghe su Pinterest.

Pinterest è comunemente usato dai blogger, ma potresti non sapere come commercializzare il tuo blog lì.

Pensa a Pinterest come a una sovrapposizione con un motore di ricerca. Come un motore di ricerca, avere parole chiave nelle tue descrizioni aiuterà le persone a trovare i tuoi pin.

Ciò significa che scrivere descrizioni più lunghe ti dà più l’opportunità di usare parole chiave senza inviarle come spam o renderle prive di tatto.

Inoltre, ci sono alcune prove limitate che le descrizioni con più di 300 caratteri ottengano il maggior numero di repin, ma lo prendono con un granello di sale.

36. Utilizzare le bacheche del gruppo Pinterest.

Le bacheche di gruppi di Pinterest funzionano in modo simile ai gruppi su altri social network: sono una community costruita attorno a un determinato argomento.

Questo espande la quantità di persone che vedranno i tuoi contenuti e i tuoi contributi.

Soprattutto perché quando qualcuno “segue tutto” delle schede di una persona, finirà anche per seguire la scheda a cui contribuisci!

37. Usa tweet sponsorizzati.

Le persone vedono continuamente i Tweet promossi, ogni volta che usano Twitter. I post sponsorizzati e promossi sono comuni su tutti i principali social network.

Quindi non dovrebbe sorprendere il fatto che io lo raccomandi, ma vorrei sottolineare in particolare un vantaggio in più dei Tweet promossi:

I tweet sono brevi. Le persone potrebbero ignorare un post di Facebook sponsorizzato, ma un Tweet promosso è più facile da accettare, anche con uno sguardo.

38. Paga per promuovere su Facebook.

Ci sono due modi principali per farlo: puoi pagare per un annuncio che si distingue più come pubblicità e un post potenziato è un post che paghi per … aumentare il pubblico.

Tecnicamente entrambi sono annunci, ma gli annunci di Facebook sono più personalizzabili e più evidenti come annunci. I post potenziati vengono visualizzati nelle tempistiche degli utenti insieme ad altri post regolari.

Puoi leggere di più sulla distinzione qui.

Le persone lo fanno perché funziona: Facebook ti dà accesso a molte persone, così puoi raggiungere più facilmente il pubblico / i dati demografici corretti con annunci e post potenziati.

39. Utilizzare contenuti sponsorizzati da LinkedIn.

Ancora una volta, pensa a pagare per fare pubblicità su Facebook: ottieni l’accesso a un gran numero di persone che puoi quindi restringere in destinatari specifici a cui fare pubblicità.

Ma ancora una volta, le persone di LinkedIn probabilmente saranno più ricettive a determinati tipi di contenuti di cui probabilmente stai già scrivendo.

Ma prima, consiglierei di capire quali dei tuoi post su LinkedIn hanno fatto il meglio in modo organico e quindi di sponsorizzarli.

40. Utilizzare i gruppi di LinkedIn.

Questo è abbastanza simile alla creazione o alla partecipazione ai gruppi di Facebook e alle bacheche Pinterest.

gruppi di linkedin

La differenza, ovviamente, è che il tuo social network LinkedIn è probabilmente un po ‘diverso dal tuo pubblico di Facebook o Pinterest o Twitter e, come ho detto prima, probabilmente aspettandoti post di lavoro e professionali.

Questo in realtà significa che i gruppi di LinkedIn saranno di solito un luogo più adatto per la promozione del tuo blog rispetto ai gruppi su altri social network.

41. E, naturalmente, annunci Reddit.

Ma su questo, devo dire:

diffidare.

Reddit è un po ‘diverso dai siti di cui sopra: le persone si aspettano annunci e contenuti promossi su Facebook, Twitter, ecc..

I redattori, d’altra parte, sono abituati alle pubblicità ma … non le piacciono molto. I contenuti pubblicizzati e promossi sono quindi qualcosa da gestire con cura, in particolare se trovi Reddit un buon posto per il tuo blog e marchio.

Detto questo, puoi acquistare lo spazio pubblicitario su Reddit oppure puoi pagare per promuovere i post. Entrambi possono funzionare.

Reddit è un po 'diverso

42. Grazie ai lettori per la condivisione!

Prima di tutto, sei già grato che qualcuno abbia condiviso i tuoi contenuti, quindi è un buon motivo per ringraziarli.

In secondo luogo, è utile incoraggiare le persone a supportare il tuo blog e potrebbe persino renderle più propense a farlo di nuovo in futuro.

In terzo luogo, è un buon modo per consigliare altri post che ritieni possano piacere. Ad esempio, “Grazie mille per la condivisione! Se ti è piaciuto quel post, potrebbe piacerti anche questo: ___. “

43. In generale, contribuire ai siti aggregati e alle comunità di votazione.

Se hai bisogno di un aggiornamento, i siti aggregati contengono informazioni da molte fonti diverse relative a determinati argomenti. Spesso usano i pulsanti di voto su e giù per consentire agli utenti di valutare il contenuto inviato.

Sì, incluso Reddit. Finora ho parlato un po ‘di Reddit, ma non è l’unico sito aggregato o community di votazione.

Ecco alcuni altri esempi di siti aggregati e community upvote:

StumbleUpon, BizSugar, Product Hunt, Hacker News, Triberr, Inbound.org.

Se pertinente, potresti promuovere il tuo blog per aumentare il traffico e vedere come reagisce la community.

44. Concentrati sulla praticità e l’utilità nei tuoi post condivisi.

Se non l’ho sottolineato abbastanza, lasciatemi chiarire chiaramente:

Quando condividi i tuoi post sui social media, rendili UTILI.

Perché uno dei modi migliori per essere apprezzato è quello di apportare un valore tangibile alla vita delle persone. Blog perché hai competenza e intelligenza. Condividilo con le persone.

Questo è importante per la condivisione di post in particolare perché desideri che le persone ripubblicino e ricondividano.

45. Posiziona i pulsanti di condivisione dei social media in luoghi importanti.

Questi sono i pulsanti che consentono ai lettori di condividere determinati post su diverse piattaforme di social media.

È una delle risposte più comuni al problema di come commercializzare il tuo blog.

Ecco un esempio di come appaiono sul nostro sito (a sinistra):

posizionare i pulsanti di condivisione dei social media in luoghi importanti

Nota come posizioniamo i pulsanti nella parte superiore della pagina, vicino all’immagine dell’intestazione del post.

I pulsanti di condivisione dei social media colpiscono due piccioni con una fava: consente alle persone di aumentare la presenza dei social media e indirizzare il traffico verso il tuo blog!

46. ​​Usa Sumo per raddoppiare i pulsanti di condivisione.

Sumo è un plug-in per app / WordPress che offre fondamentalmente un modo più intenso di aggiungere pulsanti di condivisione sui social media.

In breve: aggiunge i pulsanti di condivisione all’inizio dell’articolo, sul lato sinistro e anche alla fine.

Ecco una pagina di esempio in modo da poterla vedere in azione.

47. Condividi con persone che hanno già condiviso i tuoi contenuti.

Sembra intuitivo? Bene, perché funziona.

Le persone che hanno già condiviso i tuoi contenuti hanno maggiori probabilità di condividerli di nuovo. E se riesci a convincere alcune delle stesse persone a condividere costantemente i tuoi contenuti? Anche meglio!

L’idea principale qui è prestare particolare attenzione alle persone online che ti stanno aiutando e supportando i tuoi contenuti.

48. Condividi con persone che condividono contenuti simili.

Questo è simile al metodo precedente di promozione del tuo blog, ma potrebbe richiedere un po ‘più di impegno da parte tua.

Dopotutto, è un po ‘meno probabile che condividano i tuoi contenuti, rispetto alle persone che hanno già condiviso i tuoi contenuti.

La parte importante, ovviamente, è che queste persone sono già condivise e se a loro piace il contenuto, è più probabile che lo diffondano rispetto alla persona media.

Quindi falla condividere con loro!

49. Condividi con persone che scrivono contenuti simili.

Questo si sovrappone un po ‘al contatto con gli influenzatori, ma è un po’ diverso.

Perché affrontiamo i fatti: non tutti coloro che scrivono su un determinato argomento sono influenti. Più esattamente il contrario.

Tuttavia, molti altri blogger sono desiderosi di crescere con gli altri, invece di competere puramente. Alcune delle persone che hanno maggiori probabilità di condividere i tuoi contenuti sono quelle che scrivono contenuti simili.

50. Nei forum, rispondi alle domande utilizzando i post del tuo blog.

Ciò è analogo all’hosting di thread di Twitter e alla partecipazione a forum e subreddits. Tranne, questo è più esplicito:

Trova una domanda o un argomento per cui hai un post sul blog. Assicurati che sia abbastanza pertinente, o probabilmente verrai cancellato come qualcuno interessato solo all’autopromozione.

La cultura del forum varia tra i forum, ma alla fine, se stai davvero contribuendo, non sarà sempre male promuovere il tuo blog.

51. Utilizzare i siti di social bookmarking.

Questo potrebbe essere nuovo per te: i siti di social bookmarking condividono alcune sovrapposizioni con siti aggregati, ma differiscono per il fatto che i siti di social bookmarking si concentrano maggiormente su collegamenti Web puri. I siti aggregati in pratica spesso includono il ripubblicazione delle immagini e il caricamento dei contenuti stessi.

Inoltre, alcuni siti di social bookmarking ti consentono di presentare il tuo blog sui siti. Ciò significa che quando le persone cercano di scoprire post e contenuti, potrebbero trovare le cose del tuo blog!

Quindi, quando ti chiedi come ottenere traffico sul tuo blog, i siti di social bookmarking sono una risposta logica perché l’intero modello riguarda il indirizzare le persone a siti diversi.

Al momento, Digg, Flipboard, StumbleUpon e AllTop sono ottimi per inviare il tuo blog!

52. Utilizzare siti di condivisione reciproca.

I siti di condivisione reciproca ti consentono di guadagnare crediti (o alcune versioni di punti) per la condivisione dei contenuti di altre persone. Quindi, puoi utilizzare i tuoi crediti per pubblicare i tuoi contenuti e altri li condivideranno per ottenere più crediti da soli.

Al momento, Triberr e Viral Content Bee sono i migliori siti di condivisione reciproca e buone opzioni.

Un avvertimento: non aspettarti che sia facile traffico gratuito. Dovresti comunque partecipare, scegliere come target una nicchia e contribuire!

53. Avere una campagna e-mail / utilizzare l’email marketing.

Questo è in realtà un suggerimento più grande, è un po ‘come dire “condividi sui social media”.

Tuttavia, le campagne di email marketing sono una delle maggiori risposte alla domanda su come commercializzare il tuo blog.

Ciò significa che ci sono un sacco di piccoli consigli e suggerimenti per la promozione e-mail, che seguiranno questo.

Ma per ora, ecco alcuni punti chiave:

Quasi tutti usano la posta elettronica: la stragrande maggioranza degli utenti di Internet ha la posta elettronica, anche più dei social media.

Non invierai spam, ma non sarai anche il migliore amico a scrivere lettere personali. Presumibilmente hai una sorta di interazione con la persona — come in, hai ricevuto la loro e-mail per un motivo.

Certo, ho altro da dire! Ecco i dettagli:

54. Crea la tua lista e-mail.

Questo è un punto importante. Sembra ovvio, ma potrebbe essere una delle parti più ardue e ci sono alcuni fondamenti che dovrebbero essere rispettati.

Non creerai la tua mailing list perché hai violato un account Facebook di un milione di persone. Sei una persona reale, che riceverà le email delle persone con il loro permesso.

Per dirla brevemente: non è possibile avere una campagna e-mail senza un elenco affidabile di persone a cui inviare e-mail.

Sumo (menzionato in precedenza) ha alcuni software per la creazione di elenchi di e-mail. Anche OptinMonster, LeadPages, Unbounce, Constant Contact, ActiveCampaign e molti altri.

55. Avere qualcosa da offrire in cambio di un indirizzo e-mail (aka, un magnete principale).

In una certa misura, probabilmente puoi convincere le persone a darti un indirizzo email perché sono d’accordo con ciò che la tua voce parla, o altrimenti vogliono sentire da te.

Quindi, al livello più elementare, stai offrendo il tuo blog. Ma puoi ancora fare di meglio, perché non sarà abbastanza per molte persone.

Ti incoraggio a essere creativo qui e ad utilizzare al meglio la tua conoscenza del tuo pubblico e dei potenziali contatti.

Ma alcuni modi affidabili e comprovati di offrire qualcosa in cambio di e-mail: flipbook online, e-book, white paper, altre ricerche e rapporti originali, collegamenti a download gratuiti ed elenchi di aggiornamenti sono tutti abbastanza buoni!

Ci sono anche newsletter … ma ti dirò di più al riguardo in seguito!

Una volta che i tuoi magneti principali funzioneranno, attirerai le persone nella tua lista email e da lì avrai un pubblico regolare in cui promuovere i tuoi contenuti!

56. Invia quelle e-mail nei momenti migliori.

Il tempo di pubblicazione ottimale non si applica solo ai social media. Potrebbe sembrare più difficile sapere quando sono i periodi migliori per inviare e-mail, poiché l’e-mail è più nebulosa di alcuni tipi di pubblico su determinati siti di social media.

Ma sei fortunato: MailChimp in realtà ha una funzione chiamata Send Time Optimization che si concentra esattamente su questo.

Sebbene sia necessario utilizzare MailChimp per sfruttare al meglio tale funzionalità, nonostante i dati variano da persona a persona e da campagna a campagna … sono disponibili alcune ricerche concrete a partire da quando MailChimp ha creato la funzione.

Versione breve: i giorni feriali tendono a funzionare meglio, con lievi picchi il martedì e il giovedì, di solito al mattino (tra le 7 e le 10).

57. Invia e-mail all’avvio di nuovi post.

Questo è fondamentalmente l’equivalente della campagna e-mail di condividere un post sui social media subito dopo averlo pubblicato.

Tuttavia, a volte le email possono essere più potenti, in quanto vanno direttamente alla posta in arrivo di una persona.

E se hai lettori reali nella tua lista e-mail, hai una buona possibilità di ottenere viste sul tuo post subito.

Quindi, quando ti chiedi come ottenere traffico sul tuo blog, ricorda che le e-mail di notifica di nuovi post sono molto utilizzate per un motivo.

58. Newsletter via email.

Le newsletter possono essere un buon modo per incentivare le persone a darti la loro e-mail, come ho discusso in precedenza.

Ma sono anche una cosa generalmente buona da inviare per mantenere le persone iscritte e leali.

Inoltre, non devi fare molto lavoro extra: puoi riutilizzare i tuoi contenuti esistenti nell’ultima settimana o due, oltre a qualsiasi post precedente che ritieni possa essere rilevante / interessante.

59. Prova le e-mail in testo semplice.

Come prevedibile, questo non è vero al 100%, ma trovo che ci siano ancora buone prove per questo, e si allinea con alcuni sospetti che ho tenuto per un po ‘.

All’inizio potrebbe sembrare che le email in testo semplice non siano un buon modo per promuovere il tuo blog per aumentare il traffico.

Se ci pensi, ha senso: probabilmente ti aspetti e ti diverti persino ad avere materiale visivamente stimolante sui social media.

MA nella tua casella di posta elettronica, probabilmente ti senti frustrato con e-mail di spam pieno di grafica e caratteri grandi. Le e-mail in testo normale tendono ad essere ciò che ottieni dai tuoi amici, familiari e colleghi, in altre parole, persone “reali”.

HubSpot ha pubblicato un rapporto su questo: le email in testo normale hanno ripetutamente avuto percentuali di clic e di apertura più elevate, anche se le persone tendono a dire che non preferiscono le email in testo normale.

60. Utilizzare software per l’email marketing automatizzato!

In precedenza, quando ho parlato della creazione di un elenco di e-mail, ho menzionato alcuni nomi di software. Bene, molti software per la creazione di elenchi ti consentono anche di automatizzare le campagne e-mail.

Al giorno d’oggi, praticamente tutti lo fanno, e sarebbe una grande spesa di tempo ed energia gestire una campagna di posta elettronica che non è automatizzata.

Il software varia in termini di complessità e funzionalità, ma l’essenza tende a essere la stessa: modificare le e-mail, gestire le liste, l’ora in cui vengono inviate e così via.

Alcuni buoni esempi di software di email marketing automatizzato sono: Constant Contact, Zoho Campaigns, SendinBlue, Hubspot, Campaigner, Pardot, Infusionsoft, Mailchimp, ActiveCampaign.

61. Abilita condivisioni social nelle e-mail.

Questo è fondamentalmente lo stesso concetto di avere pulsanti di condivisione nei tuoi post.

Ma come ti aspetteresti, questo è un po ‘più potente, perché in pratica stai dando l’opzione di condivisione direttamente a una persona, piuttosto che aspettare che visitino il tuo sito.

È anche uno dei modi MIGLIORI per ottenere rapidamente la presenza dei tuoi post sui social media.

62. Includi collegamenti al tuo blog o determinati post nella tua firma e-mail.

Utilizzando determinati software, puoi personalizzare le email in un modo che non ti aspetteresti, inclusa la tua firma.

E uno dei modi più unici per promuovere il tuo blog per aumentare il traffico è quello di inserire un link al tuo ultimo post direttamente nella tua firma.

Perché si distingue, è un buon modo per indurre le persone a notare qualcosa che altrimenti potrebbero glassare! Fare qualcosa di un po ‘più rinfrescante del genere è un buon modo per affrontare il problema di come convincere le persone a leggere il tuo blog.

63. Reinvia email … usando le parole che hanno funzionato per le email che sono state lette di più.

Sembra semplice, ma è facile da trascurare. Usando il software di email marketing otterrai alcune informazioni su quali email sono state aperte e su come sono stati coinvolti i contatti con loro.

Di solito troverai emergere alcune tendenze e la formulazione di alcune email sarà probabilmente migliore di altre. Ad esempio, potresti utilizzare molto più umorismo nel corpo di una determinata email e potrebbe essere stato letto più di qualsiasi altra cosa tu abbia redatto.

Quindi prendi ciò che ha funzionato meglio nelle e-mail più ricevute e modifica le altre e-mail per adattarle meglio, quindi reinvia!

64. Email di prova A / B.

Quando desideri reinviare le email come descritto sopra, non vuoi fare affidamento solo su tentativi ed errori per capire cosa viene aperto di più.

Fortunatamente, puoi fare test A / B: crea due e-mail diverse e vedi cosa succede a ciascuna. Puoi testare il testo principale, ma è anche una buona idea testare le linee dell’oggetto.

Esempio: la riga dell’oggetto Email A indica “Grandi errori nella scelta di un host web”, mentre l’e-mail B dice “5 errori che i miei clienti hanno superato nella scelta di un host web”. Le email B potrebbero avere un tasso di apertura più elevato, una visione approfondita.

A volte lo farai manualmente, ma spesso il software lo renderà abbastanza semplice.

Questo è semplicemente il modo più efficace per scoprire cosa funziona meglio nelle tue e-mail.

65. Crea sottogruppi nei tuoi elenchi e-mail.

Ciò è particolarmente importante in quanto la tua lista di posta elettronica aumenta di dimensioni ed espandi i lettori, ma è importante per una gamma di dimensioni della lista di posta elettronica.

Alla fine della giornata, un elenco di e-mail da solo non riesce a catturare gran parte della diversità dei tuoi contatti. Di solito ci saranno sottogruppi del tuo pubblico, interessati ad aspetti specifici di ciò di cui scrivi.

Puoi creare sottogruppi in qualsiasi modo, per livello di interesse, per argomento di interesse (se è noto), per area demografica e così via.

Ciò ti consente di indirizzare le campagne e-mail MOLTO in modo più preciso!

66. Ricevi in ​​primo piano le email di arrotondamento.

Questo è un po ‘diverso dalle normali cose della campagna e-mail di cui ho parlato finora.

Se non hai familiarità con questo, è piuttosto semplice: immagina tutti quegli articoli di riepilogo che hai visto. Significato, raccolte dei migliori articoli o blog su un determinato argomento, in un singolo post o articolo di blog.

Bene, la gente lo fa anche via e-mail e i lettori più dedicati saranno coinvolti.

Non sono troppo difficili da trovare, basta cercare questo:

ricevere email di arrotondamento

67. Ricevi in ​​primo piano i post / gli articoli arrotondati.

Sai già quali sono gli articoli di riepilogo, ma potresti non aver pensato di provare a farli apparire prima.

Puoi cercare blog popolari che pubblicano post di arrotondamento nel tuo settore, se hai già familiarità con quella sfera.

In caso contrario, puoi cercarli proprio come faresti per e-mail di arrotondamento. Inserisci questo:

“Intitle: roundup” + settore o parola chiave qui.

Per esempio:

68. Imposta un feed RSS (se non ne hai uno) e condividerlo con il tuo pubblico.

I feed RSS suonano alla vecchia scuola, ma sono ancora abbastanza popolari. In particolare, il tuo pubblico più dedicato alla lettura di blog può ancora utilizzare i feed RSS per trovare contenuti che gli piacciono.

Se usi WordPress, hai già un feed RSS integrato per i tuoi post. L’URL sarà simile a:

http: // (sito Web qui) .com / blog / feed

Se non hai WordPress, puoi crearne uno abbastanza facilmente cercando su Google. Dopo aver impostato un feed RSS, è sufficiente inviarlo tramite e-mail e social media!

69. Chiedi ai tuoi partner e / o affiliati di condividere le tue cose.

Supponendo che tu abbia partner o affiliati: li hai perché possono aiutarti a far crescere il tuo pubblico.

Quindi usali! Oltre a ricevere i loro consigli, molti possono aiutarti a promuovere il tuo blog.

Un esempio comune potrebbe essere un affiliato che includa uno dei tuoi post nella loro newsletter o semplicemente qualcosa di semplice come una condivisione sui social media.

70. Scrivi un post per gli ospiti!

Non essere troppo sospettoso: i post degli ospiti possono essere un modo SUPER efficace per raggiungere nuove persone e costruire la tua lista di email, abbonati ai social media, ecc..

Le persone che stanno già leggendo l’altro blog potrebbero essere più propense a dare un’occhiata al tuo perché un sito di cui si fidano presentava il tuo post degli ospiti, un buon modo per convincere le persone a leggere il tuo blog.

E oltre a permetterti di raggiungere un nuovo pubblico, puoi costruire credibilità e nuove relazioni con tutti i tipi di blog nella tua sfera.

71. Diamine, organizza una campagna per guest post!

A seconda della quantità di rapporti, ricerche o approfondimenti originali che hai ottenuto su un determinato argomento, potresti lanciare una campagna estesa di pubblicazione degli ospiti.

Dividi le tue intuizioni o scoperte in componenti più piccoli, quindi trasforma ciascuno di essi in un guest post per un tour esteso di guest post.

Stesso concetto di prima, ma stai anche mettendo in evidenza e dando reputazione alla tua ricerca!

72. Prova il co-marketing!

Conosciuto anche come cross-marketing, questo è quando due team di marketing / professionisti di diverse organizzazioni lavorano insieme su un pezzo di contenuto.

Una vera collaborazione come questa può facilmente esporti a nuovi lettori e alcuni saranno più propensi a leggere dai un’occhiata al tuo blog se ha collaborato con il loro blog preferito.

Puoi anche fare uno scambio di contenuti per un effetto simile: dove tu e l’altra parte scrivete un post sul blog l’uno per l’altro.

Il blog e la promozione del blog non devono necessariamente essere un gioco a somma zero!

prova il co-marketing

73. Aiuta i lettori a inviare per e-mail i post del tuo blog alle loro cerchie.

Questa tattica è sorprendentemente sottoutilizzata. Molte persone non amano pubblicare molto sui social media: potrebbero non interessarsi alla condivisione con tutti.

È probabile che queste stesse persone condividano le cose su base individuale, anche tramite e-mail.

E i consigli inviati via email da un amico, a livello personale? Sono molto più propenso ad aprirli, questo è certo. Questa è una grande tattica di promozione del blog.

Due buoni esempi di strumenti per questo sarebbero WP-Email e Email This Page, che sono plugin di WordPress che fondamentalmente aggiungono un pulsante “invia questo” ai tuoi post.

74. Condividi i tuoi contenuti.

Syndication è un’ottima tattica di promozione del blog perché non richiede molta energia, ma può produrre risultati seri.

Fondamentalmente sindacare significa ripubblicare le tue cose su altri siti. È un modo abbastanza naturale e organico di promuovere il tuo blog ed è particolarmente utile per i blog più recenti che non hanno molti post.

75. Chiedi ai dipendenti di promuovere i tuoi post.

Ciò presuppone, ovviamente, che tu abbia dipendenti, ma ciò potrebbe valere anche per i colleghi. Se il tuo blog si sovrappone abbastanza bene con il tuo settore, ancora meglio.

E se il tuo blog è gestito dal tuo team, allora questo dovrebbe essere un gioco da ragazzi: ovviamente puoi chiedere ai membri del tuo team di promuovere post nelle loro cerchie e amici.

76. Chiedi ai clienti di collegarti al tuo blog.

Questo è un modo per creare link ed è simile al co-marketing o chiedere agli affiliati di aiutare a promuovere i tuoi contenuti.

La cosa buona di chiedere a un cliente è presumibilmente che già le tue cose sono piaciute abbastanza da aver acquistato qualcosa da te.

Non solo è uno stress, ma sorprendentemente può rendere più gradevole il tuo rapporto con un cliente: sembra controintuitivo, ma il tuo cliente potrebbe apprezzare che gli è stato chiesto di aiutare un’azienda che usano.

77. Dai la priorità ai promotori quando ti colleghi alle persone.

Ho parlato di influenzatori, link esterni e citando fonti. Ecco una sfumatura importante: dare la priorità ai promotori significa le persone che sono più attive nella diffusione dei contenuti.

Ad esempio, supponiamo che il contatto A sia super attivo sul subreddit r / WordPress, ma non abbia molte risorse. Il contatto B è l’opposto: più risorse, ma non attivo nella pubblicazione dei collegamenti.

Ovviamente questa è una cosa caso per caso, ma la regola generale è quella di dare la priorità alle persone che fanno molta promozione e diffusione del contenuto di altre persone.

In poche parole, se vuoi commercializzare il tuo blog, chiedi aiuto a qualcuno che può essere certo di aiutarti a commercializzarlo con te!

78. Intervista ai blogger influenti.

Questo è un passaggio sopra per dire a un influencer che hai collegato o citato nel tuo post. Saresti sorpreso di quanti influenzatori sarebbero molto graditi per un’intervista.

Non hai bisogno di stare letteralmente insieme nella stessa stanza, o anche di avere una chiamata su Skype, potresti letteralmente inviare loro alcune domande.

Questo rende i tuoi contenuti molto più robusti. E cosa c’è di meglio? È molto più probabile che un influencer condivida il tuo post con i suoi follower se hanno una presenza notevole nel post.

79. Invita gli influencer e i blogger a contribuire al tuo blog

Questo è un passaggio sopra l’ultimo passaggio sopra, per così dire. In breve, oltre a intervistare un influencer, puoi chiedere loro di essere più coinvolti e di contribuire direttamente.

Potresti anche farlo con più influencer. Può sovrapporsi a un’intervista, ma ottenere citazioni o brevi brani da più influencer non solo rende i tuoi contenuti più dinamici, ma significa che è probabile che vengano condivisi con più persone.

80. Cerca di costruire relazioni reali con le persone nella blogosfera e nei social media.

Qual è quella cosa che ho detto sulla promozione del tuo blog su subreddits e forum?

Oh sì, stai attento.

Alla fine, non puoi essere troppo unilaterale con la promozione del tuo blog. Se puoi effettivamente partecipare alle discussioni e costruire relazioni con le persone online, il tuo blog ha molte più probabilità di essere ben accolto.

81. In quella nota … NON SPAM.

Sì, lo capiamo: devi pubblicare il tuo blog. Devi pubblicare regolarmente, su diversi social network e forum e così via. Devi inviare un’e-mail.

Ma se lo esageri, verrai cancellato come spam. NON spam nelle caselle di posta o nei forum delle persone. Abbi tatto.

Se le persone pensano che tu stia inviando spam, verrai immediatamente cancellato. E se sei visto come uno spammer in una community più pubblica online (rispetto all’email, ad esempio), il traffico del tuo blog subirà davvero.

82. In generale, cerca di costruire un pubblico fedele.

Questo è un consiglio essenziale che è super facile da dimenticare, ma colpisce la grande domanda su come convincere le persone a leggere il tuo blog. Molti di noi sono influenzati dall’idea di improvvisamente esplodere in popolarità.

Se sei un blogger, una delle tue maggiori priorità dovrebbe essere la costruzione di un pubblico che legge regolarmente i tuoi contenuti.

E il più delle volte, ciò significa un pubblico più PICCOLO, almeno all’inizio. Ma non sottovalutare il fatto di avere quel gruppo centrale di lettori fedeli.
costruire un pubblico fedele

83. Un grande asporto: collaborare e condividere i reciproci contenuti!

Ricorda quando ho detto che dovresti condividere con persone che scrivono contenuti simili?

Bene, il motivo per cui funziona è il motivo per cui funziona: la collaborazione è importante per i blogger.

Perché alla fine della giornata, i blog non devono essere un gioco a somma zero. Puoi vincere entrambi quando collabori con un altro blog.

Se condividi i contenuti a vicenda, puoi far crescere il tuo pubblico e, a parte questo, il tuo pubblico trarrà beneficio dall’esposizione ad altri contenuti di qualità.

84. Lavora sul tuo gioco di collegamento: assicurati che le persone si colleghino al tuo blog!

Sembra ovvio? Bene, è importante per un altro motivo.

La ragione ovvia è che se le persone si collegano al tuo blog, otterrai più traffico e più visualizzazioni.

Ma ecco l’altro motivo:

Più link ottengono il tuo blog o sito, più Google e altri motori di ricerca se ne accorgono. Il tuo blog avrà maggiori possibilità di rimanere in cima alle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) se sei collegato a.

85. In quella nota, lavora su contenuti che sono pronti per diventare virali.

Prima ho ammonito sul fascino di diventare virale. Significa davvero solo questo: non riporre tutta la tua fiducia nel diventare virale a spese di altre cose importanti.

Tuttavia, dovresti comunque ottimizzare il tuo blog per la condivisione virale.

E uno dei modi migliori per farlo? ESSERE NEWSWORTHY.

Tieni d’occhio ciò che sta accadendo nel tuo settore o settore. Sii il primo a riferire, o esci con un buon punto sugli ultimi sviluppi.

Ciò rende molto più probabile che le persone diffondano i tuoi contenuti mentre digeriscono e condividono le notizie.

86. Includi regolarmente collegamenti esterni.

Questo è rischioso. Prima di tutto, SÌ, è importante collegarsi ad altri siti Web nel tuo blog. Per alcuni motivi:

Innanzitutto, dovresti far parte della conversazione, non escluderti da ciò che gli altri stanno dicendo.

In secondo luogo, dovresti dare credito dove è dovuto. Vorresti che le persone facessero lo stesso per te.

In terzo luogo, i motori di ricerca apprezzeranno maggiormente il tuo sito se stai collegando ad altri siti.

87. Ma fai attenzione ai tuoi link esterni.

Ecco la sfumatura: fai attenzione al collegamento ai concorrenti. Questa non è una regola difficile – come ho detto, dovresti dare credito dove è dovuto ed essere pronto a collaborare – ma non vuoi nemmeno esagerare.

Questo dipende molto dalla tua situazione, ma un modo sicuro di creare collegamenti esterni è il collegamento a non concorrenti che aggiungono ancora valore al tuo articolo.

Ad esempio: è probabile che non stai competendo con il New York Times. Se lo sei, NYT è così famoso che non è come se stessi avvisando i tuoi lettori di un nuovo blog — in entrambi i casi, un articolo di NYT potrebbe essere un collegamento esterno sicuro.

Ma potresti anche collegare a studi e riviste, nonché articoli di notizie in modo sicuro. Sii di larghe vedute!

Ecco un esempio di collegamento esterno a un non concorrente:

88. Esegui anche collegamenti interni, ovviamente!

I link esterni non sono le uniche cose che dovresti inserire nei post del tuo blog.

I link interni sono ESSENZIALI per promuovere il tuo blog.

Innanzitutto, i collegamenti interni consentono ai lettori di fare clic sul tuo blog. Quindi è fantastico.

Ma in secondo luogo, dal punto di vista di un motore di ricerca:

I collegamenti interni collegano i tuoi contenuti e il tuo sito. Stabiliscono anche la gerarchia del sito, quindi Google comprenderà meglio quali pagine dovrebbero essere classificate sopra le altre e così via.

Questo articolo di Yoast (il popolare plug-in SEO) spiega come i collegamenti interni aiutano i motori di ricerca a comprendere il tuo sito.

89. Fai ricerche per parole chiave.

La ricerca di parole chiave è un aspetto fondamentale dell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Sia che tu stia pagando per un intenso software SEO o utilizzando uno strumento gratuito e intraprendenza, dovresti fare ricerca di parole chiave per ottenere traffico sul tuo blog.

L’essenza è semplice: capire quali termini le persone usano nei motori di ricerca. Più capisci su questi termini, meglio puoi curare i tuoi contenuti.

Questo articolo di Hubspot offre una buona panoramica della ricerca di parole chiave. E Neil Patel, uno dei marketer digitali di maggior successo al mondo, ha una guida più complessa per la ricerca di parole chiave.

90. Targeting di una parola chiave per post di blog (se hai appena iniziato).

Se non hai fatto molte ricerche sulle parole chiave o campagne per le parole chiave, può sembrare travolgente.

Inoltre, l’aspetto della ricerca per parole chiave e delle campagne SEO è che a volte non puoi mai fare abbastanza. Cavolo, può essere un lavoro a tempo pieno, motivo per cui così tanti blog assumono semplicemente persone per concentrarsi solo sulle parole chiave.

Quindi, se sei un blog più piccolo e hai tempo e risorse limitati, la cosa migliore da fare è iniziare in piccolo: basta scegliere come target una parola chiave per post di blog.

Se stai attento a scegliere la parola chiave giusta, puoi ottenere un sorprendente incremento delle SERP.

91. Ottimizza i post per parole chiave.

Una volta che conosci le tue parole chiave, ottimizza i tuoi post per quelle parole chiave.

Ecco alcuni esempi di ciò:

Assicurati che la tua parola chiave sia nella meta descrizione del post; usandolo nel tag del titolo della pagina; usandolo nel titolo principale; posizionandolo in tutto il tuo post; assicurandoti che rientri nelle prime 100 parole del post.

Detto questo, fai solo attenzione a non abusare della parola chiave: disattiverà i tuoi lettori e Google potrebbe leggere la pagina come spam.

92. Utilizza Google Ads e Bing Ads.

Hai sicuramente sentito parlare di AdWords (ora noto come Google Ads), ma ci sono buone possibilità che tu non l’abbia usato.

Google Adwords fondamentalmente fa che tu e altri inserzionisti facciate un’offerta per le parole chiave per farle apparire nei risultati (lo stesso con Bing Ads e altri motori di ricerca).

Gli annunci Google non sono infallibili, ma se sei intelligente sulle parole chiave che desideri scegliere come target, può essere efficace. Dopotutto, le persone lo usano ancora TUTTO il tempo, quindi qualcosa sta andando bene.

usa google ads

93. Acquista spazi pubblicitari nelle sezioni “contenuti correlati” dei principali siti.

Molti blogger non sanno che possono farlo, ma può essere davvero efficace.

In poche parole, i siti migliori vendono spazio pubblicitario nella sezione “contenuti correlati” dei loro articoli. Puoi utilizzare motori di raccomandazione come Outbrain, Taboola o Zemanta per acquistare spazio in diversi siti.

Dato che questi siti sono già popolari e ricevono molto traffico e lettori naturalmente, questo è un buon modo per beneficiare della crescita dei giocatori più grandi.

94. Utilizzare gli strumenti di analisi web.

C’è un sacco di software per questo, e molti si sovrappongono. Esiste un software SEO in grado di controllare il tuo sito, le parole chiave e la strategia di collegamento.

Ci sono anche cose integrate in alcuni costruttori di siti Web che ti diranno le basi di provenienza dei tuoi visitatori.

Ma di solito vale la pena investire in qualcosa che ti darà uno sguardo più approfondito su come i visitatori hanno raggiunto il tuo sito.

Google Analytics è probabilmente il più grande esempio: ti dice quanti visitatori hanno raggiunto il tuo blog da ricerche organiche, quanti sono arrivati ​​facendo clic su un link, quanti sono arrivati ​​dai social network, ecc..

95. Utilizzare strumenti specifici per il monitoraggio dei social media.

Il motivo per cui questo ottiene un elenco separato è perché alcuni software SEO potrebbero non fare molto monitoraggio dei social media e Google Analytics non fa neanche un ottimo lavoro.

Tanti blogger e aziende investono in strumenti dedicati al monitoraggio dei social media.

Alcuni buoni esempi: Twitter Analytics, Pinterest Analytics, BuzzSumo, Awario, Keyhole e Mention meritano tutti una visita. Ma non sono affatto le tue uniche opzioni!

96. Invia ai motori di ricerca.

Un numero ENORME di blogger pensa che una volta impostata una meta-descrizione, utilizzare un paio di parole chiave e pubblicato il proprio post, Google lo troverà automaticamente e lo indicizzerà da qualche parte.

Google & saranno felici di indicizzare, ma prima devono essere avvisati dell’esistenza del tuo sito.

L’invio a un motore di ricerca è piuttosto semplice: puoi utilizzare il plug-in Sitemap XML di Google per generare una Sitemap, utile per aiutare i motori di ricerca a comprendere il tuo sito e i tuoi nuovi post.

Puoi anche inviarti quando pubblichi nuovi post, anche con quel plugin sopra menzionato o qualsiasi altro che sia affidabile.

97. Inserisci i collegamenti agli articoli correlati / una sezione “articoli correlati” alla fine dei post del tuo blog.

Questo è un metodo per utilizzare i link interni, ma è di natura più visiva e aiuta anche il tuo blog a sembrare più coinvolgente.

Vari plug-in ti consentiranno di visualizzare alcuni post correlati nella parte inferiore di ogni post del blog. Alcuni esempi notevoli sono i post correlati, i post correlati Yuzo e i post correlati contestuali.

98. Nei tuoi nuovi post, link ai tuoi post migliori e più popolari.

Questo è un buon modo per implementare il collegamento interno di cui ho parlato in precedenza.

Quando ti colleghi ai tuoi post più performanti nei tuoi nuovi post, 1) dai ai lettori più cose da guardare sul tuo blog e 2) migliora il tuo gioco di collegamento interno.

Ecco un esempio di un post più recente che ho creato, che collega a un post più popolare (su Bluehost):

post migliori e più popolari.

99. Visa versa: aggiorna i tuoi post migliori per avere link ai tuoi nuovi post.

Questa è un’inversione della precedente, ma lo stesso concetto di base è attivo nella misura in cui stai migliorando il tuo gioco di collegamento interno.

Invece di migliorare i tuoi post già ben funzionanti, aumenti i post che hai appena pubblicato!

Ad esempio: questo articolo che ho pubblicato sul miglior hosting WordPress è popolare e ha 8 mesi. Ma contiene collegamenti a post più recenti e aggiornati che ho pubblicato.

100. Assicurati di compilare le meta descrizioni, ecc.

Quando inizi con WordPress o altre piattaforme, ti verrà chiesto di compilare meta-descrizioni, meta-titoli e così via.

Molti principianti ignorano queste cose e si concentrano prima sul contenuto. È comprensibile, ma un errore: queste cose sono un elemento base di come il tuo sito appare nei risultati dei motori di ricerca.

Molti plugin popolari ti consentono di modificare questo materiale in modo un po ‘più dettagliato o con qualche approfondimento. Yoast è un popolare plugin che ti consente di lavorare gratuitamente su meta-descrizioni.

101. Non modificare solo i titoli mentre pubblichi, ma cambia anche meta descrizioni, sottotitoli, ecc.

Man mano che condividi più volte, è facile cadere nella ripetizione. Quello che fanno molte persone è cambiare il titolo del post.

Va bene, ma non dovrebbe fermarsi qui. Puoi anche cambiare la meta-descrizione, il sottotitolo, le citazioni, i punti salienti o i takeaway quando ripubbidi sui social media.

102. Usa i popup.

Non gemere: i popup sono fastidiosi, ma le persone li usano per un motivo.

E questo perché a volte possono funzionare.

Ora, in quanto qualcuno che generalmente non è un fan dei pop-up, vorrei chiarire che i tuoi pop-up non devono essere terribili. Puoi rendere pop-up UTILI per i tuoi lettori. Per esempio:

usa i pop-up

103. Usa i pop-in.

Ecco un’alternativa più sicura ai pop-up: i pop-in sono fondamentalmente molto piccoli pop-up.

Invece di occupare il centro dello schermo dei tuoi lettori, molto spazio, i pop-in sono piccoli e di solito nell’angolo in basso a destra.

Sono meno invadenti e spam, ma hanno lo stesso scopo di base. E come ho detto prima, dovresti renderli utili ai tuoi visitatori, quindi non hai nulla di cui preoccuparti.

104. Retargeting / remarketing!

Il remarketing, noto anche come retargeting, significa mostrare annunci alle persone che hanno già visitato il tuo sito.

Questo ovviamente perché le persone che hanno già visitato il tuo sito hanno maggiori probabilità di farlo di nuovo e il remarketing può raggiungere la maggior parte delle persone che hanno già visitato il tuo sito.

Certo, un avvertimento: non essere troppo invadente o fastidioso nella tua pubblicità. Non vuoi respingere i potenziali visitatori di ritorno.

105. Utilizzare le notifiche push tramite il browser, anziché l’e-mail.

Un modo per raggiungere le persone che non sono interessate a unirsi a una mailing list è usare una “spinta web”.

Un push web è un modo meno invadente di far iscrivere le persone a nuovi contenuti: una notifica push viene visualizzata nel browser web quando un nuovo post è stato pubblicato.

Le notifiche push di web / browser sono sorprendentemente comuni: l’esempio più grande tende ad essere i principali notiziari. Ma usando vari software o plugin WordPress puoi renderlo un’opzione anche per il tuo blog!

106. Avere notifiche push ottimizzate per i dispositivi mobili

Tutti usano un telefono. Se guardi le tue analisi, quasi sicuramente scoprirai che gran parte del tuo traffico proviene da dispositivi mobili.

Non vuoi trascurare la promozione per gli utenti di dispositivi mobili, quindi è bene esaminare le notifiche push.

Pushbullet è uno degli esempi più importanti di un’app che ti aiuterà a impostare le notifiche push, ma non è l’unico!

107. Prova diversi titoli, in particolare con i test A / B.

Ho già parlato dei titoli dei test A / B nell’email: vedere quale dei due titoli ottiene il maggior numero di aperture e click.

Dovresti farlo anche con titoli al di fuori delle tue campagne e-mail! In particolare, è un buon metodo per capire cosa funziona meglio sui social media.

È anche utile provare IN GENERALE, per i tuoi post effettivi (non solo per i social media o la promozione via email).

Utilizzando l’analisi dei social media, il software SEO o l’analisi generale del Web, puoi scoprire quali titoli hanno ottenuto il maggior numero di clic e cosa si dovrebbe fare di più!

108. Scegli tra alcuni tipi principali e affidabili di titoli.

Questo è qualcosa da tenere a mente quando crei un sacco di titoli diversi: ci sono alcuni tipi molto affidabili di titoli che è meglio usare come framework.

Le brave persone di CoSchedule hanno analizzato oltre un milione di titoli e hanno trovato i tipi più comuni di titoli nei post più condivisi.

Quindi al momento: elenchi, istruzioni e domande sono i tipi di titoli che ottengono più traffico e ricerche.

Sarebbe meglio attenersi a quelle formule collaudate … con il tuo pizzazz ovviamente!

109. Includi i numeri nei titoli.

Non ho dati scientifici concreti per questo, ma questo è un fenomeno che ho sicuramente sperimentato e che innumerevoli altri blogger hanno notato.

Quando includi numeri nei titoli e nei post dei titoli, probabilmente attirerai più lettori.

L’uso dei numeri indica ai tuoi lettori esattamente cosa otterranno, ad esempio x il numero di motivi o soluzioni.

Puoi Google praticamente qualsiasi cosa e vederlo in azione (perché funziona):

Capito quello che intendo?

110. Usa il linguaggio emotivo nei titoli.

Questa non è una scienza difficile, ma ci sono ancora molte prove a sostegno di ciò. Garrett Moon, fondatore di CoSchedule, ha analizzato oltre un milione di titoli (menzionati in precedenza) e ha scoperto che i post emotivi e i post affidabili avevano un’alta frequenza di parole emotive.

Le persone di BuzzSumo hanno fatto un’analisi simile di 100 milioni di titoli e hanno scoperto la stessa cosa: l’emozione è estremamente importante per ottenere clic e ottenere interazioni sui social network.

Ciò ha anche un senso perfettamente intuitivo e si allinea a quello che molti di noi sperimentano su Internet.

Alcuni esempi: “___ ti fanno sorridere”, “___ ti fanno piangere”, “___ ti danno la pelle d’oca” e così via.

111. Crea pezzi di forma lunga.

Non è necessario limitarsi ai post di lunga durata, ma sono utili e devono essere pubblicati spesso.

Ha senso che ogni post sul blog offra il proprio argomento il più possibile, che tu dica il più possibile. Ti dà più opportunità di usare le tue parole chiave target e sembra più genuino per i lettori.

Ad esempio, avrei potuto pubblicare un post chiamato “15 modi provati e testati per promuovere il tuo blog”. Non l’ho fatto.

112. Quando hai pezzi brevi, assicurati che siano utili.

Ancora una volta, essere utili è la chiave. E tornando all’elemento precedente, vuoi che i tuoi post siano autentici e non trattenersi.

Certo ci sono momenti in cui è utile avere un post breve. In quei momenti, è meglio essere utili: ridurre la quantità di lanugine e dare al pubblico ciò che stanno cercando.

113. Buona introduzione.

Per essere brutalmente onesto, la maggior parte dei visitatori non leggerà molto nei tuoi post. Se vuoi sapere come convincere le persone a leggere il tuo blog, devi davvero sapere come tenerle lontane.

Questo è in realtà supportato da prove: questo articolo dell’ardesia parla di alcune solide analisi che ci dicono ciò che tutti sappiamo – la maggior parte delle persone raramente legge un’intera pagina.

Ciò significa che dovresti assicurarti subito la presentazione dei lettori di HOOKS. Dopodiché…

114. Metti prima la conclusione.

Sì, dopo aver ottenuto un buon gancio e un fatto o un aneddoto di apertura accattivante, assicurati di dire ai lettori la conclusione.

Non dire loro tutto, dagli abbastanza per continuare a leggere, ma assicurati che possano ottenere valore dal tuo post IMMEDIATAMENTE.

Ancora una volta, pensa al pezzo di ardesia: la maggior parte dei lettori non riuscirà a superare l’inizio. Quindi dai loro qualcosa per cui restare.

115. Incorpora infografica

In precedenza ho citato alcuni lavori svolti da BuzzSumo analizzando molti post. Bene, anche le loro altre ricerche hanno rivelato questa intuizione:

Le infografiche sono ENORMAMENTE popolari e tra le forme più condivisibili di contenuti. Neil Patel li ha descritti come la forma più condivisa di contenuti online (anche se non sono sicuro che sia letteralmente vero).

Comunque, il punto è valido. L’incorporamento delle infografiche consente di trasmettere informazioni e attrarre elementi visivi.

Fa risaltare i tuoi contenuti e MOLTO più probabilità di essere condivisi e ripubblicati.

116. Deve essere detto? Sì, lo fa. Usa IMMAGINI.

Non è da sottovalutare il fascino degli elementi visivi. Anche se non sono infografiche, è una buona idea in generale utilizzare costantemente le immagini nei tuoi post.

Esaminerò alcuni suggerimenti più dettagliati sulle immagini, ma brevemente: l’aggiunta di elementi visivi aumenta notevolmente il coinvolgimento post. Anche le persone che amano leggere il testo normale di solito non possono fare a meno di guardare le immagini.

117. Ancora meglio: crea immagini e contenuti originali.

Puoi usare le immagini stock, ma fai attenzione a non esagerare. Più contenuti di immagini originali hai, più rispettabile sarà il tuo blog.

Diamine, i tuoi follower si sentiranno meglio riguardo alla condivisione dei tuoi contenuti se le immagini si distinguono e sono originali.

Ecco un esempio di immagine originale utilizzata per una recensione su HostingPill:

creare immagini originali

118. Hanno testo sovrapposto alle immagini.

Sembra uno strano livello di dettaglio da specificare, ma fidati di me su questo. In realtà vedi SEMPRE immagini con sovrapposizioni di testo e non solo meme divertenti.

Blog e riviste lo fanno sempre, perché è un buon modo per migliorare immagini e grafica senza essere troppo travolgente.

Non intenso come un’infografica, ma con un contesto extra e informazioni sull’immagine.

Ecco di nuovo un esempio dal nostro sito:

testo sovrapposto alle immagini

119. Ottimizza le immagini del tuo blog per la condivisione.

Questo vale per tutti i tipi di elementi visivi: GIF, video e immagini statiche.

Tutte queste cose possono essere ottimizzate per aumentare la condivisione sui social media. Ottimizzare questi file non è troppo difficile: tienili piccoli, assicurati di nominarli e, se è pertinente, usa le foto dei volti (attirano maggiormente le persone).

Fare queste semplici cose è molto efficace per ottenere traffico sul tuo blog.

Esempio? Guarda in alto!

120. Utilizzare i pulsanti di condivisione delle immagini.

Stai scorrendo un post di blog e muovi il cursore su un’immagine.

Vengono visualizzate diverse piccole icone per i social network: questi sono pulsanti che, se cliccati, ti consentono di condividere l’immagine con quei social network.

Ecco cosa sono i pulsanti di condivisione delle immagini e li consiglio vivamente. Utilizzando i plugin più diffusi, come SumoMe, puoi facilitare la condivisione delle immagini da parte dei lettori. Aiuta sempre più facilmente le persone a promuovere il tuo blog per aumentare il traffico!

121. Assicurati di aver lavorato sull’appeal visivo generale dei tuoi contenuti.

Lo so, lo so, sto parlando molto di immagini e immagini. Cosa diavolo significa anche questo?

Questo in realtà non significa necessariamente immagini nei post del tuo blog, anche se di solito si sovrappone ad esso.

No, di cosa sto parlando è l’appeal visivo generale dei tuoi post e blog.

Anche se hai fantastiche immagini e infografiche originali … i caratteri dei tuoi post sono facili da leggere? Ogni post è un grande blocco di testo? O sono troppe piccole piccole linee?

Sebbene sia sicuro variare da blog a blog, è ESSENZIALE che i tuoi contenuti siano visivamente attraenti. In caso contrario … puoi scommettere che i visitatori non resteranno a lungo.

122. Pubblica contenuti in modo coerente.

Questo è un altro fondamentale che è sorprendentemente facile da trascurare. La condivisione coerente di post sui social media è relativamente semplice, poiché è facile condividere contenuti sui social media.

Ma pubblicare contenuti in modo coerente significa scrivere in modo coerente, e questo è difficile. È anche una delle singole cose più importanti che puoi fare.

Presentare regolarmente nuovi contenuti ha un bell’aspetto nei motori di ricerca e ti dà le migliori possibilità di aggrapparti alle persone che hanno apprezzato i tuoi contenuti in passato. E offre a tutti i visitatori l’aspettativa di più, purché tengano d’occhio il tuo blog.

123. Esperti di citazione.

Gli esperti non equivalgono a “influencer”. Oh, si sovrappongono sicuramente: molti influenzatori sono esperti nel loro campo.

Ma esperti significa anche quasi tutti gli scienziati, i ricercatori e i migliori esperti di marketing che hanno numeri importanti e / o credibilità.

Gli esperti di citazioni informano i tuoi lettori che non stai solo inventando tutto. Semplice come quello: più sei convincente, più forte è il tuo blog.

124. Sii unico.

Oh, pensi che sia un gioco da ragazzi? Beh, mi dispiace, perché ci sono un milione di blog SAME là fuori?

È difficile essere un blog unico … e popolare. Usare la SEO e generalmente promuovere il tuo blog significa fare un po ‘di quello che fanno tutti.

Ma devi ancora martellare a casa un forte senso di identità e unicità del sito. Altrimenti, pochi saranno abbastanza interessati a controllarti e quelli che lo fanno potrebbero non ricordarti.

125. Racconta storie.

Il blog è un ottimo mezzo per le storie. Anche se ti preoccupi al 100% dei fatti difficili, le storie rendono i tuoi contenuti comprensibili e digeribili.

Possono essere brevi, tra l’altro – letteralmente una frase o due, ma manterrà gli occhi dei tuoi visitatori più a lungo di quanto potrebbero fare alcune altre frasi.

Ad esempio: le mie recensioni tendono a mescolare i fatti con i miei alti e bassi nel testare un host o un software.

126. Rispondi rapidamente alle tendenze.

Questo non è solo un aspetto chiave dell’ottimizzazione dei tuoi contenuti per diventare virale (discusso in precedenza). Questa è solo una buona cosa da fare.

Quando rispondi rapidamente alle tendenze, è MOLTO più probabile che verrai citato e utilizzato come fonte dalle persone che ti seguono.

Ciò significa che, oltre a ottenere un buon rappresentante per essere in cima alle notizie, sarai collegato a. E questo non significa solo aumenti del traffico, ma aumenti della SERP!

127. Sii utile!

Okay, lo capisci, sii utile. Bene, finora ho parlato dei tuoi contenuti e delle tue interazioni social su forum / social media.

E se ti dicessi che non è la fine? Oltre a essere semplicemente utile al tuo pubblico e ai tuoi follower …

Dovresti essere un aiutante e dovresti esserne noto.

Ad esempio: invece di avere solo contenuti informativi, indirizza il tuo pubblico verso altre risorse. Fai di tutto per aggiungere ulteriore aiuto!

128. Conosci il tuo pubblico di destinazione.

Molto di ciò di cui ho già parlato ha costruito verso questo punto generale:

Una delle tue maggiori priorità è conoscere il tuo pubblico. E questo è un processo costante, non una scoperta una tantum.

Andare su subreddit, forum e social media per scoprire cosa viene chiesto: bene. Ma fallo più di una volta e vedi cosa è cambiato.

Le maggiori sfide che il tuo pubblico deve affrontare sono le stesse di quando hai iniziato a promuovere il tuo blog? I tuoi contenuti forniscono soluzioni ai problemi che il tuo pubblico ha smesso di prendersi cura di mesi fa? Eccetera.

129. E una volta che conosci il tuo pubblico di destinazione, abbassa il tono!

Questo è un dettaglio chiave. E che ci crediate o no, non è impossibile capire quale tono si dovrebbe usare.

Certo, potrebbero esserci delle prove ed errori. Ma prestando attenzione a come il tuo target di riferimento interagisce online e a cosa sembrano consumare di più, dovresti essere in grado di capire

Ad esempio: potresti aver notato che tendo a mettere l’umorismo secco e parlare in modo colloquiale pur essendo informativo. Bene, questo è quello che piace al mio pubblico!

130. Crea listini!

Curare i tuoi contenuti in liste è la versione più grande di questo. L’uso dei numeri nei titoli si sovrappone a questo.

Ma l’elefante nella stanza è solo per creare listini! Sono enormemente popolari e chiunque è stato su Internet per più di qualche minuto lo sa.

Sono divertenti da leggere e fanno scorrere i tuoi lettori. Inoltre, a volte possono essere il modo migliore per trasmettere determinati tipi di informazioni. Facilmente uno dei modi migliori per ottenere traffico sul tuo blog.

Esempio: QUESTO ARTICOLO!

131. Crea presentazioni / slide deck.

Prima di preoccuparti di questo – “Quanto più contenuto devo trovare?!” – lascia che ti dica che si tratta di riproporre il contenuto.

Significa che hai già fatto tonnellate di ricerche, scrittura e editing. Quindi basta usare il materiale esistente per fare una presentazione.

Perché una presentazione?

Perché è visivamente accattivante, facile da scorrere e da digerire ed è un mezzo meno comune.

132. Non lasciare che SEO rovini i tuoi contenuti!!!

Questo è uno dei maggiori problemi che vedo nella blogosfera. Le persone sono comprensibilmente coinvolte nel tentativo di essere potenziate nei risultati di ricerca.

Ma spesso i blogger si concentrano così tanto su SEO e parole chiave che trascurano i fondamenti di avere buoni contenuti. E, soprattutto, avere una buona SCRITTURA.

Perché indovina? Non puoi semplicemente inserire spam nei tuoi post. Devi ancora scrivere un vero post e tenere sotto controllo quelle parole chiave: dovrebbero essere naturali e non detrarre dai tuoi contenuti.

133. Aggiorna i vecchi post del blog.

Questa è una strategia SEO che non toglie nulla al tuo gioco di contenuti. Quando aggiorni post precedenti, vengono rivitalizzati nei risultati dei motori di ricerca. Soprattutto se fossero già popolari.

Puoi farlo aggiungendo o sostituendo i media nel tuo post, cambiando il targeting per parole chiave e includendo informazioni e collegamenti aggiornati.

134. Trasforma il tuo blog in un vlog.

Ritorno al riutilizzo dei contenuti: i vlog sono di gran moda in questi giorni. Ciò richiederà sicuramente più lavoro per riutilizzare:

Devi effettivamente filmare e modificare i contenuti, che possono essere un lavoro a tempo pieno da soli o comportare il costo di assumere qualcuno.

Ma i video sono molto popolari su Internet e potrebbero esserci molte persone che sarebbero interessate ai tuoi contenuti … ma non mi piace leggere.

135. Trasforma il tuo blog / vlog in un podcast!

Sì, i vlog sono popolari … ma i podcast sono ANCORA di gran moda! È davvero un periodo d’oro per i podcast e riproporre il tuo blog in un podcast può essere una buona tattica di promozione del blog.

Se hai già risorse sufficienti per creare un vlog, puoi facilmente riutilizzarlo in un podcast.

136. Trasforma i post del tuo blog in un ebook!!

Questa è probabilmente la forma più comune di riproposizione dei contenuti che vedo oggi sui blog. Sembra che quasi tutti abbiano un ebook.

Ma ciò non significa che siano una perdita di tempo. I lettori esistenti potrebbero trovare utile un e-book e alcune persone potrebbero persino diventare nuovi lettori dopo aver consultato il tuo e-book.

Dopotutto, puoi pensare al tuo ebook come l’epitome del tuo miglior lavoro, un trattamento approfondito.

L’ebook può anche offrire il vantaggio di aiutarti a stabilirti sul campo e può essere un utile magnete di backlink. E … può diventare un aggiornamento del contenuto:

137. Aggiungi aggiornamenti di contenuto: dai il massimo in cambio di e-mail!

Un aggiornamento del contenuto è un contenuto appositamente creato che offri ai tuoi lettori in cambio di qualcosa.

E, naturalmente, ti consiglio di regalare gratuitamente alcuni aggiornamenti dei tuoi contenuti, in cambio di e-mail! Assicurati di incorporare un modulo online interattivo nel tuo sito Web che obbliga i visitatori a condividere il loro indirizzo e-mail con te.

Gli aggiornamenti dei contenuti possono, sì, includere un ebook, ma possono anche includere i tuoi podcast o infografiche appositamente realizzate, ecc.

138. Costruisci una libreria di risorse.

Hai mai visto una knowledge base o un centro assistenza sul sito Web di una società di software?

È una cosa di cui sto parlando. In una certa misura, il tuo blog È una libreria di risorse stessa. Ma in particolare, intendo raccogliere le tue migliori risorse (compresi i post) e metterle in un’unica pagina.

Forse i tuoi post più utili, le tue migliori infografiche e tutti gli strumenti gratuiti forniti dal tuo sito, solo per esempio.

139. Trasforma i tuoi post in PDF e poi condividili.

Questo è un paio di cose diverse: è la riproposizione dei contenuti, un potenziale magnete principale e un modo per rendere i tuoi contenuti più mobili.

In breve, se impieghi un po ‘di tempo per convertire alcuni dei tuoi post esistenti in PDF, puoi quindi condividerli come singoli documenti.

Ovviamente potresti non vedere tutto il traffico direttamente collegato al tuo blog. Può comunque essere un buon modo per personalizzare i contenuti nelle e-mail o semplificarne la condivisione.

140. Complessivamente: ottenere le basi della salute del sito nel modo giusto!

Ormai, ho parlato dell’importanza di avere collegamenti e contenuti solidi. Ma che ci crediate o no, diventa ancora più fondamentale.

In generale, il tuo blog deve essere sano, per due motivi principali: in primo luogo, verrai trattato meglio da Google. In secondo luogo, i tuoi visitatori avranno un’esperienza migliore.

Esaminerò alcuni dei dettagli di questo:

141. Scegli un buon padrone di casa.

Questa è una grande decisione di solito presa all’inizio. Ma è abbastanza comune per le persone rendersi conto che hanno bisogno di un host diverso (o di un piano di hosting diverso) in seguito.

Va bene, il punto è, assicurati che il tuo host sia buono. In caso contrario, sii pronto a cambiare host.

Quando scegli un buon host, avrai le funzionalità di cui hai bisogno per gestire il tuo blog e buone prestazioni.

142. Assicurati che il tuo blog abbia un buon tempo di attività.

Uno dei maggiori fattori nelle prestazioni del sito / blog è il tempo di attività. L’uptime è praticamente quello che sembra: la quantità di tempo in cui i server del tuo host web sono attivi e ospitano il tuo sito.

Viene calcolato in percentuale, generalmente verso l’alto del 99,9%.

Potrebbe sembrare eccezionale se il tuo sito è aumentato del 99,9% delle volte, ma in realtà non è un ottimo punteggio.

buon uptime

Come puoi vedere, un punteggio del 99,9% indica che il tuo sito sarà in realtà in calo, in media, 10 minuti a settimana o 43 minuti al mese. Il che non va bene per molti blogger.

Migliore è il tempo di attività del tuo sito, meno visitatori perdi e migliore sarà il tuo posizionamento nei motori di ricerca!

Puoi calcolare cosa significano effettivamente le percentuali di uptime usando il nostro calcolatore gratuito di uptime SLA (mostrato sopra).

143. Assicurati che il tuo blog sia veloce.

La velocità del sito è altrettanto importante. Ci sono vari fattori che vanno in questo, e molti host offrono acceleratori di velocità e prestazioni con determinati piani di hosting.

Tuttavia, la linea di fondo è che vuoi un host affidabile che abbia ottime velocità di base.

Più velocemente il tuo blog e le pagine del blog vengono caricate per le persone, migliore sarà l’esperienza che avranno. E meglio sarai classificato nei motori di ricerca.

Ecco un esempio: il nostro sito di test con GreenGeeks di solito ha tempi di risposta pari o inferiori al segno di 400 ms. Quale è tra i più veloci che abbiamo testato.

assicurati che il tuo blog sia veloce

144. Usa SSL.

Se hai acquistato un piano di hosting, probabilmente hai visto questo termine. Ma è facile da trascurare, soprattutto perché i pacchetti SSL potrebbero scadere dopo un anno con alcuni host.

SSL sostanzialmente significa che la connessione tra il sito e il browser del visitatore è crittografata e quindi protetta. È importante non lasciarlo scadere.

Se non disponi di SSL, la maggior parte dei browser (incluso Chrome) dirà al visitatore che il sito non è sicuro. Il che li rende più propensi a rimbalzare e molto meno propensi a registrarsi per qualsiasi cosa con il loro indirizzo e-mail.

145. Adottare ulteriori misure di sicurezza.

Esistono due fondamentali fondamentali per la sicurezza del tuo blog: SSL e le azioni intraprese dal tuo host per proteggere i suoi server e il tuo sito.

Ma ci sono ancora molte cose che puoi fare per migliorare la sicurezza del tuo sito.

La maggior parte degli host offre una forma di backup regolari, il che è fantastico. WordPress e sistemi di gestione dei contenuti simili (CMS) dispongono spesso di plug-in e app che possono migliorare alcuni aspetti della sicurezza.

Ad esempio: WordFence, BulletProof Security e Sucuri sono tutti plugin di WordPress che eseguono scansioni di malware, aggiungono firewall, sicurezza di accesso e altro.

146. Diffidare dei plugin di WordPress!

Questo è in qualche modo vero per altri sistemi di gestione dei contenuti, ma questo è principalmente un problema per WordPress.

Potresti sapere che uno dei grandi vantaggi di WordPress è l’enorme varietà di plugin disponibili.

Ma questo significa anche che sono presenti molti plugin non così buoni. Nel migliore dei casi, questi potrebbero essere solo inefficaci. Nel peggiore dei casi, saranno malware.

Controllalo:

diffidare dei plugin wordpress

Ci sono oltre 1.350 risultati per la parola chiave “website builder”. Alcuni di loro sono destinati a essere mele cattive.

147. Scegli il tuo tema WordPress con attenzione.

Questo vale sia che tu stia utilizzando un tema gratuito o pagando uno, che ci crediate o no.

E non intendo solo che dovresti essere attento all’apparenza, anche se è utile.

Una cosa importante da tenere a mente quando si sceglie un tema WordPress è se è sicuro o meno e se viene aggiornato in modo coerente.

A volte i temi di WordPress possono essere abbandonati, con il risultato che alcune funzionalità di personalizzazione non funzionano o che il tuo sito è lento / glitch per i visitatori.

148. Preparati a ridimensionare il tuo sito

Se stai utilizzando un account di web hosting condiviso, probabilmente il tuo host web ti informa che hai spazio di archiviazione e larghezza di banda illimitati.

Ciò significa che non hai spazio di archiviazione misurato o larghezza di banda. Questo perché le persone che partecipano a determinati piani di hosting condiviso non devono utilizzare troppe risorse.

Ma se il tuo sito inizia a crescere in popolarità, avrai bisogno di più risorse per continuare a fornire solide prestazioni e nuovi contenuti ai tuoi nuovi visitatori. Il tuo host potrebbe anche richiedere che tu ridimensioni.

In breve, se sei interessato a come promuovere il tuo blog, per impostazione predefinita sei interessato a ridimensionare, quindi sii pronto per questo!

149. Pianifica i tuoi contenuti.

Uno dei trucchi più antichi del libro, e va a tutti i tipi di persone che scrivono contenuti, non solo ai blogger.

Tuttavia, è piuttosto importante: se i tuoi contenuti sono pianificati, sarai in grado di continuare a sfornare cose quando non succede molto nel tuo campo.

Inoltre, se sai quando pubblichi questo o quello, è molto più facile sapere quando promuovere il tuo blog per aumentare il traffico.

Ad esempio, ho un elenco di recensioni da pubblicare in alcune parti del mese, in un determinato ordine, nonché un elenco di post che devono essere aggiornati (anche in un determinato ordine).

pianifica i tuoi contenuti

150. Detto questo, non limitare neanche le tue esplosioni creative.

Lo so — suona un po ‘ridicolo dopo l’ultimo punto.

Questa è un’altra cosa che potrebbe sembrare ovvia, ma rimarrai sorpreso da quanto sia facile dimenticare. A volte, nella fretta di sederti e lavorare, finisci per perdere i momenti appassionati.

Non dimenticare perché hai un blog in primo luogo. Ti piace contribuire ad esso, ti piace creare contenuti per esso, quindi quando hai un’idea o i paragrafi iniziano ad apparire nella tua testa …

Rotola con esso. Perché alcuni dei tuoi migliori contenuti verranno da quello.

151. DORMIRE.

Sì, sto iniziando a occuparmi della cura della persona. Sì, anch’io alzo gli occhi quando vedo queste cose su articoli / elenchi simili.

Tuttavia, questo è importante. In realtà, è essenziale.

Perché quasi tutti i blogger e i creatori di contenuti che conosco perdono regolarmente sonno perché sono così coinvolti nel loro lavoro.

A breve termine può sembrare che ripaghi, ma è meglio credere che il blog sia un gioco a lungo termine.

Conclusione

Non ti biasimerei se ti sentissi un po ‘sopraffatto. 151 cose sono MOLTE cose da fare, anche se ognuna era piccola.

Bene, ricorda che non è necessario eseguirli tutti: ogni blog ha il suo set di risorse e sfide.

Fai ciò che è appropriato per la tua azienda o il tuo sito: per molti blog più piccoli, sarebbe meglio sceglierne alcuni da questo elenco e lavorarci su fino a quando non si è pronti ad affrontare.

Detto questo, ci sono alcuni punti salienti generali qui:

Promuovi via e-mail, promuovi tramite i social media. Sii utile e sii onesto online, quindi le persone vogliono davvero avere tue notizie.

Assicurati che i tuoi contenuti siano buoni … e quindi promuovi HECK da esso!

Vuoi promuovere il tuo blog

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Adblock
    detector